giovedì 27 settembre 2012

A parlare, si scoprono cose…

Piccolo resoconto del Consiglio Comunale di martedì sera.  Assenti giustificati (Piu e Barbato), due persone del pubblico (io e mio marito). Si approva la variante sull’intervento residenziale dell’ex cascina Eredi Rossi in Colturano. Scaduto il termine della vecchia convenzione se ne stipula un’altra per altri tre anni concordando con la proprietà le seguenti cessioni/migliorie rispetto alla vecchia convenzione. A) monetizzazione pari ad Euro 105.000 in sostituzione dell’alloggio che nella vecchia convenzione era destinato all’Ente comunale (è stato venduto in fase di costruzione e quindi si è concordata la monetizzazione). B)cessione a favore dell’Ente comunale di area adiacente alla strada Sordio-Bettola per costruzione pista ciclo-pedonale + monetizzazione di Euro 7.500. C)Accollamento dei costi per il collegamento della ciclo-pedonale che dovrebbe sorgere tra l’insediamento abitativo ed il sagrato della chiesa di Colturano (circa 8.000 euro). Non vi è ancora nessuna convenzione con la parrocchia. Approvato all’unanimità.
Per quanto riguarda la variazioni di bilancio l’assessore Tartaglia elenca qualche dato: Si pensa di destinare entro l’anno parte dell’avanzo di gestione (in previsione delle future strette che la spending review richiederà nel 2013) per questi interventi:
  1. 33.000 euro per riqualificazione parco giochi in via Vittorio Emanuele e di via Aldo Moro a Colturano.
  2. 3.000 per piazzola centro raccolta rifiuti
  3. 5.000 scuola elementare
  4. 6.000 pensiline
  5. 5.000 segnaletiche
  6. 10.000 sistemazione pista ciclo-pedonale dalla zona Comune alla rotatoria sulla Cerca .
L’assessore Tartaglia suggerisce anche di sistemare la piccola deviazione sulla ciclo-pedonale tra Balbiano e il comune, in corrispondenza della pensilina di via Verdi dove ancora sussiste il tracciato della vecchia pedonale. E’ qui che ho rubato al sindaco il titolo del post: Vedi, a parlare si vengono a sapere le cose.
Vallefuoco fa presente che anche al parco di via Melegnano a Balbiano andrebbe sistemata una sporgenza abbastanza pericolosa in rame apparsa dopo la ristrutturazione di un edificio adiacente. Pur sapendo di non poter prendere la parola alzo la mano e dico che c’è ancora un pozzetto da sistemare (quello della foto, fotografato la settimana scorsa) già segnalato da Vallefuoco come pericoloso prima dell’estate.23set2012023
Il Sindaco prende nota.
Partiti i lavori della ciclo-pedonale per Mediglia; parecchi intoppi burocratici per il rilascio delle varie autorizzazioni sbrogliati anche grazie all’intervento dell’assessore provinciale alla viabilità e trasporti De Nicola. Ringraziamenti anche per il comune di Mediglia anche se per il momento non potrà mettere sul piatto il contributo pattuito. Entro la fine dell’anno sarà adottato il PGT: previste assemblea pubblica entro il mese prossimo per illustrare lo strumento di pianificazione urbanistica che definisce l’assetto del territorio comunale.

lunedì 17 settembre 2012

Fidati di me!


Come posso non sorridere a certe uscite di mio nipote (tre anni a novembre). Dopo aver passato lo spazzolone per la polvere voleva sbatterlo sul balcone; il nonno non apriva la porta e lui ha esordito con FIDATI DI ME! Certo l'ha sentito dire ma ha anche saputo ripeterlo al momento opportuno. Fidarsi di lui! fidarsi del piccolo Giannino Stoppani, come lo chiamo spesso durante il giorno.In questi giorni chiede spesso di sfogliare Il giornalino di Gian Burrasca (libro che era della sua mamma). Non posso ancora leggerlo perchè si scoccia ad ascoltare un racconto lungo ma è affascinato dalle piccole immagini in bianco e nero che commentano le avventure dello Stoppani Giannino. Per un giorno intero ha ripetuto ad ogni occasione: "Così posso copiae in pace". Ci ho messo un po' a capire cosa diceva e poi ho scoperto che stava ripetendo le parole del libro.  

martedì 11 settembre 2012

Finalmente!


Finalmente è passata. L'estate, dico, è passata e si cambia pagina.Quante cose ho lasciato in arretrato da raccontare, qui sul blog, e da fare in giro per casa. Chiudo gli occhi, tanto aspetteranno me comunque. Siamo tutti in attesa del grande evento: il piccolo andrà all'asilo e il suo "io non vado a asio" non è che promette niente di buono. Lì sopra si vede il grembiulino e i due ciucci che sono stati archiviati in questi giorni. Come per il pannolino, in due giorni, senza storie, senza pianti, ha detto addio alle cose "da piccoli" e davanti ha tutto l'ignoto mondo "dei grandi". Tutti i giorni ormai esce con una espressione singolare. Ultimamamente dice "Che gionnata meaviiosa" quando magari siamo fuori a giocare. Non pronuncia ancora la erre e la elle. Prima stava trafficando nel lavandino dietro casa e diceva "accota manuae" E', cosa? "Accota manuae"...Ahhh, raccolta manuale. "Si, accota manuae". Secondo lui stava facendo la raccolta manuale dei rifiuti. Il libro più gettonato del momento è   "Dove vanno e come si riciclano i rifiuti".