lunedì 27 dicembre 2010

Non ho titolo, fate voi

Natale è passato e così anche la mia ansia “da festività”, che viene da lontano. Ho trascorso tutta la sera, adesso sono le 0.29 del 27 dicembre, a tagliare e incollare foto per la QC. Spero di finire entro domani  pomeriggio (domani? oggi pomeriggio) perché poi non avrò più tempo da dedicarle e gennaio è vicino e il prete dice "ha finito?" e no che non ho finito se mi mandate i files il 23 dicembre.  Gennaio 2011 azz, si avvicinano i ciiiiinqqqqqquannnnntaaaaasssseeeetteeee che detti così si confondono e non si capisce quanti sono…forse. Va bene mettiamoli al lotto : 20 11 57 su Bari, perché l’unica volta che ho giocato al lotto ho vinto con questa ruota . Io non li gioco quindi…usciranno. Ahahaha. (la canzone linkata è del 1954! guarda che coincideeenza...io un eurino lo giocherei...ahahah)

Allora finiamo l’anno con due “bilanci”: uno lo prendo dal giornalino della nostra Amministrazione ; una tabella che evidenzia i tagli alle entrate degli enti locali (dal 2008 al 2010) e le previsioni per i prossimi anni. Un'ecatombe.

Chiudo poi il post con una bella lettera scritta dal Sindaco di Vizzolo Predabissi ai suoi concittadini. Mi piace perché riconosce nel Natale "cio che non è di Cesare". Mi piace perchè chiama tutti alla corresponsabilità nell'avventura di vivere. Non ricordo di aver letto una lettera di un “primo cittadino” che assomigliasse anche vagamente a questa. Mi piace. Eccola

AUGURI DI NATALE AI CITTADINI - Vizzolo Predabissi, 20 dicembre 2010
Buon Natale!
Riconoscendo che il S. Natale è, prima di tutto una festa religiosa del Cristianesimo e, non volendo appropriarmi di ciò che ‘non è di Cesare´, come Sindaco di Vizzolo Predabissi, quindi come autorità per tutti i Vizzolesi, certamente di fede e confessioni diverse in un mondo ormai multietnico e quindi multi religioso, cogliendo questa radice religiosa vorrei riprenderla per condividere ciò che unisce le persone, promuove e consolida le comunità.
La Natività rappresenta per i Cristiani, la condivisione di un Dio che si fa compagno di viaggio dell´umanità, alla quale indica la via per sua promozione, anche individuale, che passa necessariamente dalla condivisione, dalla compassione, dall´Appassionarsi, dal ‘Farsi Prossimo´, come ci ha mirabilmente suggerito il Cardinale Carlo Maria Martini.
Conscio di ciò e dovendo necessariamente condividere con i nostri concittadini queste difficoltà, gli auguri di Buon Natale assumono un significato diverso dalla routine che aveva trasformato questo, in un atto molto formale che spesso passava nell´indifferenza, se non persino incluso dal circuito del consumismo che, per il profitto snatura e manipola anche l´origine religiosa della Festa.
A maggior ragione quindi, l´augurio di una Nuova Nascita, Buon Natale, porta con se la rigenerazione della Speranza; l´augurio che è possibile ricominciare se riapprendiamo la necessità della condivisione, il senso di appartenenza ad una Comunità che supera ed abbatte gli individualismi.
Se assumiamo piena consapevolezza che la nostra parte, pur piccola che sia, è fondamentale per il Bene Comune di tutti e di ognuno; la consapevolezza di una oggettiva corresponsabilità nella Costruzione della Città comune. Questo Augurio, vuole uscire dai canoni della consuetudine e dai formalismi, perché tutti siamo comunque autori ed attori del nostro futuro, carichi di responsabilità, ma anche della ricchezza del ruolo ad ognuno di noi implicitamente assegnato dalla vita stessa.
E´ con grande calore e passione quindi, che rivolgo ai Cittadini, non solo di Vizzolo ma a tutti i ‘Cittadini del Mondo´, il più fervido e partecipato augurio di Buon Natale! Buon Natale e Sereno 2011.
Il Sindaco
Mario Mazza

domenica 19 dicembre 2010

Cara vecchia Rodio che non c'è più.

Come ogni anno ecco arrivare la mail con gli auguri di Natale indirizzata a tutti, ormai, ex colleghi della Rodio, della vecchia Ing. Giovanni Rodio & C. S.p.A. La carica la suona Alberto a cui rispondono in molti. C'è chi non sopporta di ricevere questi auguri cumulativi e non risponde o ti risponde solo privatamente ( oh, grazie!) ma pazienza, ognuno è fatto come è fatto, li conosciamo bene e non gliene vogliamo per questo. Non so se questo "senso di appartenenza" sia comune nel mondo del lavoro. Non lo posso sapere perchè per 32 anni  la mia vita lavorativa l'ho trascorsa tutta e solo in Rodio, per me, davvero una famiglia. Qualcuno mi ha chiesto di scannerizzare le foto del mio "archivio" e di metterle in rete. Prima o poi lo farò, 32 anni di foto... ne ho da scannerizzare...
Riporto l'ultima mail arrivata oggi pomeriggio dall'ing. M. :
Cari colleghi
Ricevo con grandissimo piacere gli auguri di tutti nella ricorrenza del fine anno che vuol dire Natale ed Anno Nuovo. Più passa il tempo e più mi rendo conto della fortuna che abbiamo avuto a lavorare in RODIO nel tempo in cui ognuno ha potuto esprimere, mi auguro, il meglio di sè, traendo anche legittima soddisfazione e penso gratificazione. Questo vivissimo ricordo che ci tiene ancora legati, è la dimostrazione di una vita professionale vissuta con entusiasmo, reciproco rispetto e desiderio di misurarci, insieme, con le difficoltà mai insormontabili.
E’ un mondo purtroppo passato che ci ha lasciato come eredità questo grande senso di appartenenza che oggi, ritengo, non si respiri più.
Un sentito augurio di un sereno Natale e sopratutto per i più giovani, ma non solo, l’auspicio di un proficuo Anno Nuovo.
E.M.

La foto lì sopra è dell'ultimo Natale del marchio Rodio prima del fallimento. E' l'albero del cantiere di Brindisi.

martedì 14 dicembre 2010

Due più due fa sempre quattro


Ahahaha! caspita che sorpresa. E io che me l'ero presa così tanto , che mi domandavo perchè, che non capivo dove si voleva andare a parare. Oggi, visto che due più due fa sempre quattro, per puro caso, ho capito da chi arrivava la critica. Quasi ci starebbe bene un mavaf ...ma non lo dico. Aahahah!
E' Natale! Siamo tutti più buoni! Evviva evviva evviva.

Lo so che non interessa a nessuno sta roba, ma mi piaceva scriverla.

lunedì 13 dicembre 2010

Contributo acquisto o recupero prima casa d'abitazione

Per le giovani coppie che mettono su casa, ma non solo, ecco il bando 2010 della Regione Lombardia. Previsti fino a 6.000 euro a fondo perduto.
Ecco chi può partecipare al bando.

- "giovani coppie”: coppia che ha contratto o contrae matrimonio nel periodo compreso tra l’1 luglio 2009 ed il 30 giugno 2011 e i cui componenti, di sesso diverso, non hanno compiuto anni 40 alla data di presentazione della domanda;

- “gestante sola”: donna gravida del primo figlio, che sia nubile o priva del coniuge per separazione legale senza convivenza, per divorzio o per decesso;

- “genitore solo con uno o più figli minori a carico”: padre o madre con uno o più figli minori a carico, che sia celibe o nubile o privo del coniuge per separazione legale senza convivenza, per divorzio o per decesso. Non rientrano in questa categoria le unioni di fatto;

- “nuclei familiari con almeno tre figli”: genitori uniti da vincolo di matrimonio con tre o più figli a carico.

Progetto PC verde e tanto altro.

Ricevo dall'aser di Peschiera Borromeo e volentieri diffondo...
VENERDI’ 17 Dicembre (ore 21:00): Un Natale ... tutto verde!
Non mancate all’inaugurazione del progetto PC VERDE:
VENERDI’ 17 DICEMBRE (ore 21:00) presso il Ristorante “La Gerla” in Via Di Vittorio 7 a Peschiera Borromeo !
Una serata di festa e di consapevolezza per discutere (divertendosi) di un nuovo stile di vita rispettoso dell’ambiente e dei bisogni delle altre persone.
Ecco l’agenda della serata: - ore 21:00 Benvenuto e presentazione del progetto PC VERDE - ore 21:10 Presentazione del BANCO INFORMATICO - ore 21:20 Presentazione del progetto CARPOOLING - ore 21:30 Presentazione del progetto GAS - ore 21:40 I fontanili di Peschiera Borromeo (relatore Silvio Pirovano) - ore 22:00 Abbasso la TV: viva il teatro ... (comp. Varie ed Eventuali) - ore 22:30 Buffet per gli auguri di Natale !
Come vedete, presenteremo una serie di progetti accomunati dall’attenzione all’ambiente ed alla qualita’ della vita dei cittadini del nostro territorio. Ed è per questo che invitiamo tutti a partecipare.

PC VERDE
Questo progetto mette insieme il rispetto dell’ambiente con la solidarietà tra gli uomini. Infatti, i rifiuti sono composti da materiali diversi per cui, se tutti imparassimo a fare una raccolta differenziata, molti di questi potrebbero essere riciclati cioè potrebbero essere riutilizzate le materie prime. Si potrebbero così risparmiare tante risorse naturali e tanta energia necessaria per la produzione di nuove materie prime. È bene ricordare, inoltre, che la discarica non è un "pozzo senza fondo": dopo alcuni anni si trasformerà in una collina di veleni pronta a inquinare il terreno e le falde acquifere. Infine, non va trascurato il fattore economico: lo Stato, infatti, spenderebbe meno soldi per costruire discariche e inceneritori e i cittadini pagherebbero meno tasse sui rifiuti.
Ed è per questo che tutti dovremmo abituarci a sviluppare la cultura del riciclo.
Un altro aspetto importante è il rispetto e la solidarietà tra gli uomini. Gettare un oggetto usato ma che può essere utile a qualcun’altro è un insulto alla coscienza ed alla ragione umana. Ad esempio, le attrezzature d'ufficio usate ma spesso ancora funzionanti (PC, monitor, stampanti, ecc.) hanno un grande valore. Grazie al progetto PC VERDE diventano l'occasione di un aiuto concreto e prezioso per chi non ha nulla. In collaborazione con il Banco Informatico raccogliamo questo materiale, lo controlliamo e lo distribuiamo ad associazioni senza fini di lucro, enti educativi e formativi, opere sociali e di carità.
Ed è per questo che invitiamo tutti a darci una mano.
Ingresso libero ed un buffet natalizio ecologico e solidale !

Colgo l’occasione per mandarvi anche qualche info riguardante gli altri progetti presenti.

CARPOOLING
Si tratta di un progetto di mobilità solidale, promossa dall’Amm.ne Com.le di Peschiera Borromeo. In particolare, si tratta di un utilizzo condiviso dell’automobile negli spostamenti casa-lavoro, casa-studio o in qualsiasi altra occasione. E’ lo strumento con cui i cittadini, in alternativa al trasporto pubblico, riescono a contenere i costi per l’utilizzo dell’automobile. E’ lo strumento che, immediatamente, può ridurre in modo sensibile i problemi della congestione del traffico e dell’inquinamento atmosferico. Insomma, con il Carpooling, “CERCA un PASSEGGERO e TROVERAI un TESORO” !

GAS (Gruppo di Acquisto Solidale)
Cos'è un GAS ? Unirsi in un Gruppo di Acquisto Solidale significa scegliere di acquistare collettivamente beni alimentari e di uso quotidiano, rivolgendosi direttamente a coltivatori e aziende con cui si instaura un rapporto diretto e personale. Questo significa consumare in maniera consapevole, favorendo produzioni pulite ed eque nei confronti del nostro ambiente e dei lavoratori, ma anche mangiare meglio, allacciare rapporti non solo commerciali ma umani, incontrarsi e conoscersi. Cosa significa " acquisto solidale" per il GAS Peschiera ? - Si scelgono insieme produttori attenti alla salute del consumatore e dell'ambiente effettuando una produzione biologica o comunque sostenibile. - Laddove risulta possibile la scelta verte su prodotti che non vengono da lontano, per abbattere i costi soprattutto in termini di inquinamento. - Selezioniamo aziende che adottano una politica equa e sicura nei confronti dei lavoratori. - Ognuno di noi è un membro attivo: ciascuno si occupa della ricerca di una azienda produttrice e ne mantiene vivi i rapporti, occupandosi dell'acquisto collettivo. Se vuoi far parte del GAS Peschiera scrivi una mail a: gas.peschiera@gmail.com

VARIE ed EVENTUALI
La compagnia teatrale “VARIE ed EVENTUALI” opera da anni nel nostro territorio per sviluppare occasioni di espressione drammatica a favore dei cittadini del nostro territorio, favorendo la partecipazione amatoriale all’antica arte della commedia.

PC VERDE: ridai vita al tuo vecchio PC ...
Grande novità !
Niente discariche di computer ma recupero di Personal Computer usati per poter creare aule e reti di PC a disposizione di tutti. Un vero gesto di solidarietà verso persone che ne hanno bisogno.
Il nostro progetto, sviluppato in collaborazione con il Banco Informatico, promuove “il riutilizzo proficuo di computer dismessi ed altrimenti inutilizzati”: computer, cavi e tastiere, tutto viene recuperato. E la gente è ben lieta di sbarazzarsi di materiale, spesso ancora funzionante, con una donazione ad associazioni e/o enti senza scopo di lucro..Cosa aspetti ? Consegna il tuo PC usato al BANCO INFORMATICO,Via Di Vittorio 61 a Peschiera Borromeo, il Mercoledi’ (dalle 14:30 alle 17:00).

Per maggiori informazioni, e’ possibile scrivere a: auser.peschiera@hotmail.it

venerdì 10 dicembre 2010

Qualcuno si vergognerà?

Federazione italiana per il superamento dell'handicap scrive:
All’indomani dell’approvazione della Legge di Stabilità, moltissimi organi di informazione hanno erroneamente riportato che il Fondo Nazionale per le Politiche Sociali avrebbe goduto di un finanziamento aggiuntivo di 200 milioni di euro.
Una notizia dalle gambe corte che è facilmente smentibile dalla lettura dei testi ufficiali approvati. L’impegno per il 2010 per il Fondo era di 435 milioni complessivi da suddividere fra Regioni (380 milioni) e Ministero. Per il 2011 il “Bilancio di previsione dello Stato” propone un importo di 75 milioni di euro, 69 milioni per il 2012, 44 per il 2013.
La Legge di Stabilità approvata definisce lo stanziamento esatto per il 2011 che è indicato nella Tabella C: 73,8 milioni. La stessa Legge, all’articolo 1, comma 38, ha previsto: “Per l’anno 2011, lo stanziamento del Fondo nazionale per le politiche sociali (…) è incrementato di 200 milioni di euro.”
Pertanto la cifra finale che costituisce il Fondo per le Politiche Sociali è di 273,8 milioni per il 2011, 69 milioni per il 2012, 44 per il 2013.
435 milioni nel 2010; 273 milioni nel 2011: fanno 162 milioni. In meno.
È andata peggio al Fondo per la non autosufficienza: 400 milioni nel 2010, 0 nel 2011.
“I servizi di aiuto alla persona, i progetti per la vita indipendente, l’assistenza diretta e indiretta, difficilmente potranno ancora essere garantiti dagli enti locali – dichiara Pietro Barbieri, Presidente della FISH, Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap – Francamente non è nemmeno comprensibile la logica del Governo. Se non si fida di come le Regioni spendono i quattrini del Fondo, faccia a meno di finanziarlo, oppure verifichi, controlli, svolga il suo ruolo. Stanziare 200 milioni non ha senso.”
Una logica che appare effettivamente incoerente. Da una parte si azzera il Fondo per la non autosufficienza, dall’altro si stanziano 100 milioni per “Interventi in tema di sclerosi laterale amiotrofica per ricerca e assistenza domiciliare dei malati”. E quei 100 milioni finiscono proprio nel Fondo che è stato azzerato, per “garantire” – in via eccezionale e residuale – interventi non ben definiti solo per una parte dei cittadini gravemente non autosufficienti.
“Politiche sociali che non hanno logica – conclude Barbieri – né in termini di una presunta ottimizzazione della spesa, né – tanto meno – in termini di garanzia dei diritti umani e civili dei cittadini più discriminati.”
----------------------------------------
Anche noi come familiari di una persona con handicap leggiamo queste segnalazioni che ci arrivano dalle varie associazioni con grande disagio. Sono notizie che si perdono nel chiacchericcio politico tra le varie comari di turno mentre c'è una platea silenziosa che deve combattere con le unghie e con i denti per i diritti elementari. Ma tutto va bene....dice qualcuno, si tagliano gli sprechi, dice qualcuno. Gli sprechi? L'aiuto all'handicap  è uno spreco? Ne dobbiamo fare di strada verso la civiltà.

martedì 7 dicembre 2010

Quando arriva la "Robinson list"?

"Il Dl 135/2009 (Milleproroghe), convertito in legge con modificazioni, ha operato un'importante innovazione in merito all'uso dei dati contenuti negli elenchi allorquando la finalità commerciale è perseguita tramite il telefono. In deroga alla regola generale, un operatore economico può utilizzare a fini di telemarketing i dati degli abbonati al telefono – come riportati nell'elenco – salvo che costoro non vi si oppongano registrando la propria utenza in un registro pubblico (opt-out)." Da Ilsole24ore ".
" Le modalità di iscrizione sono varie: si potrà farlo attraverso il sito del gestore del registro, chiamando un apposito numero gratuito che verrà predisposto, inviando una lettera raccomandata o un fax, utilizzando la posta elettronica. È possibile registrare più numeri, ma solo a condizione che l'intestatario sia la persona che chiede l'iscrizione al registro" - Sole24ore
Decreto Presidente della Repubblica n. 178/del 7/9/2010 - GU n. 256 del 2/11/2010
Entrata in vigore del provvedimento 17/11/2010
Non si è ancora capito CHI sarà il gestore di questo registro e QUANDO potremo iniziare ad iscriverci.

lunedì 6 dicembre 2010

lunedì 29 novembre 2010

Biblioteca troppo costosa?

Vittorio che faccia seria! In fondo, dopo anni passati in un'impresa di costruzioni, sai bene come lievitano i preventivi. Qui si parla dei nostri cugini di Dresano, del voto contrario di Vittorio Borgo alla costruzione della nuova Bibliotecae e delle sue dimissioni come assessore.
"Il Cittadino" di oggi, 29/11/2010

giovedì 25 novembre 2010

Notte di buchi

...dopo via Comunello dell'altro giorno, stanotte è toccata a noi e da mio fratello. Ore 4.30 di stamattina; due o tre persone con macchina grossa tipo suv, dalla descrizione di mio fratello uno indossava giubbotto scuro con bande chiare laterali. Da mio fratello sono entrati ma non hanno trovato nulla di interessante da portare via. Da noi hanno tentato dal garage e dalla porta finestra della cucina ma non sono entrati, forse non ne hanno avuto il tempo. Ciliegina: mio fratello ha fatto in tempo a vedere uno dei tizi a cavalcioni dell'inferriata che gli diceva: cosa c'è zio? perchè lo ha visto tutto concitato uscire di casa in mutande e maglietta e mentre si allontanava verso la macchina lo canzonava ripetendo il mio nome, perchè sentiva mio fratello che mi chiamava. Nell'agitazione non sapevo che numero fare. I carabinieri di Melegnano si vede che dopo una certa ora non rispondono più infatti dal 112 mi hanno passato quelli di San Donato. So che non escono ma se una pattuglia fosse stata nei paraggi magari avrebbe fatto un giro in paese. Stamattina denuncia dai carabinieri di Melegnano. Cuntent Caruga? Oh, me una pasqua.

mercoledì 24 novembre 2010

Simoni, un ingegnere "scomodo" a Dresano

Devo ringraziarel'ing. Simoni di Dresano che mi fa sempre trovare in cassetta il giornalino dell'opposizione consiliare di Dresano. D'accordo che viene a Balbiano per portarlo ai dresanesi di via Madre Teresa di Calcutta, però non sarebbe obbligato a passare da casa mia. Leggo sempre i suoi interventi anche perchè a volte anticipano novità che in qualche modo ci riguardano. In fondo Balbiano e Dresano sono legati da molte cose e lo diventeranno ancora di più nel prossimo futuro.
Nel numero di ottobre si parla di sicurezza urbana e a pag. 6 un intervento sul tema "TEE". L'ing. non ha peli sulla lingua e a pag 5 e 9 ce ne dà un bel saggio.  Non voglio e non mi interessa fargli pubblicità perchè chi lo conosce sa benissimo che non ne ha bisogno e comunque il mio spazio ha una diffusione talmente esigua che gli farei solletico. Mi piace comunque, al di là della mia idea politica che non è rappresentata dai simboli che campeggiano sul sito, apprezzare l'impegno di "fare opposizione informando". Un' opposizione consiliare scomoda, se vogliamo, comunque utile per un contraddittorio o comunque per avere una visuale "allargata" delle cose.
Tutti i numeri del giornalino sul sito di Nuova Dresano.

domenica 21 novembre 2010

E' domenica... piove.


Ho la schiena a pezzi. Settimana dura. Accenno solo alla bellissima serata di martedi quando a Bergamo è stato presentato il libro di Guerriero; leggetelo, regalatelo. Lui teme di essere presuntuoso a definirlo " un inno alla vita, alla speranza e un invito forte a dare ai veri valori della vita il giusto ruolo, primario, che compete loro". E chissenefrega Guerriero, dillo senza pudore. E' il libro della tua "nuova nascita" del tuo "ritornare figlio" nel quale leggiamo sì la tua storia ma le tue parole interrogano anche noi stessi su alcuni passaggi della vita, sui nostri rapporti con le persone che abbiamo prossime, su alcuni temi che lasciamo accantonati in un angolo della coscienza perchè non ci diano troppi fastidi.
Non ho ancora letto l'allegato che mi hai mandato e che rappresenta il punto di partenza del tuo libro, quel testo del professor Lizzola (lo si trova anche in rete, qui) che martedi ha definito il vostro incontro "uno dei più belli di questi ultimi anni".

Cambiamo argomento: ho davanti a me sulla scrivania un ritaglio dal Corriere di ieri: Terzo settore, il 5 per mille ridotto a un quarto. L'allarme delle associazioni. Leggi tutto...  Le cifre sono impressionanti. Anche il volontariato finisce al tappeto.

Cambiamo argomento un'altra volta e restiamo nel nostro piccolo. E' iniziato l'Avvento e in parrocchia è tornata la raccolta di generi alimentari (verranno utilizzati dal gruppo Caritas delle nostre due parrocchie per distribuire pacchi alimentari a famiglie in difficoltà) e di prodotti per l'igiene personale (da destinare ad un centro di Lodi). Il gruppo Caritas raccoglierà anche abiti usati. (Non è una novità che la raccolta presso i cassonetti gialli o porta-porta fatta per conto di vari enti, non destina gli abiti direttamente a chi ne ha bisogno. Gli abiti in condizioni migliori vengono rivenduti ai mercatini dell'usato, gli altri vengono trasformati in stracci e cascame. Alla Caritas o ad altro ente viene riconosciuta una percentuale in denaro sul ricavato. Se vogliamo quindi far arrivare direttamente i nostri capi ancora in buono stato a chi ne ha bisogno, affidiamcoi ai centri di raccolta che li gestiscono direttamente. Quindi, vista la prossima apertura di un punto Caritas in parrocchia, possiamo anche considerare questa possibilità, senza nulla togliere ad altri che fanno di questa attività un vero e proprio lavoro (ne abbiamo anche in paese e quindi mi sento in dovere di specificarlo.
Molto richiesti dal centro Caritas vicariale di Paullo, a cui facciamo capo, anche articoli per la prima infanzia come carrozzine, passeggini, lettini ecc e abiti 0-14 anni).

sabato 13 novembre 2010

Proquartiano, iniziative per tutti i gusti

Egidio mi ha mandato una raffica di locandine. Si va dalla trippa da sporto alla mostra di Dalì, dalla raccolta di latte artificiale al ping pong e bigliardino. Preparate le pentole per la trippa che, come i buongustai sanno, il giorno dopo è ancora più buona. Vi chiediamo un aiuto particolare per la raccolta del latte. Se non volete o potete venire a Quartiano, sapete dove trovarmi. Grazie da parte della Proquartiano.






Curioso modo di lavorare

Tu guarda il caso. Ieri, proprio ieri pomeriggio, hanno tracciato le righe all'incrocio di Balbiano, quello che il giorno prima avevo fotografato senza righe. Ma c'è di più. Ieri mattina, il giornalista della redazione de Il Cittadino che avevo contattato, ha chiamato l'assessorato in provincia e gli è stato detto che gli operai stavano lavorando sulla SP159 proprio...ieri. Ma c'è di più. Hanno tracciato la segnaletica solo a Balbiano, tralasciando un tratto tra Balbiano e Dresano (distante circa 150 metri dal nostro ingresso) e l'incrocio di Colturano. Curiuoso, avranno avuto solo una latta di vernice? Non avranno voluto creare disagi al rientro dei pendolari? ma erano le 15 di pomeriggio, qualche riga ci stava ancora senza problemi. Va bene, un pezzo è stato fatto, vediamo quando completano.

Aggiornamento del 21 novembre.
Piove, quindi di finire la segnaletica non se ne parla.
Articolo de "Il Cittadino" del 16 novembre. Su FB, c'è chi ha postato tanto di risposta dalla provincia che i lavori sarebbero stati completati entro il 17 novembre, compatibilmente con le condizioni meteorologiche. Auguriamoci qualche giorno di sole.

giovedì 11 novembre 2010

Scriviamo o non scriviamo?

Su FB si sta discutendo se scrivere (ma sì facciamolo) come scrivere (sarà difficile trovare una versione condivisa), chi deve aderire (anche i sindaci?), se mandare ai giornali (certo, va bene). Carissimo Assessore Provinciale Viabilità e Trasporti dottor De Nicola, forse riceverà qualche nostra lettera, forse no, comunque sappia che è "stato nominato" parecchio oggi. Mi sono trovata nella mischia e ho preparato una mia bozza di lettera da mandare, caso mai,  anche in copia a  Il Cittadino. La metto qui sotto così, nel caso non se ne faccia nulla, almeno rimane traccia di questa piccola dimenticanza della Provincia di Milano. (Terra di confine tra Lodi e Milano va bene solo nel titolo del blog, per altre cose ci sono confini e competenze inequivocabili).

Gentilissimo dottor De Nicola, Le scrivo a nome personale e a nome dei miei concittadini per rammentarle che nel mese di settembre sono stati effettuati lavori di riasfaltatura su alcuni tratti della Strada Provinciale Sordio-Bettola (SP 159) e che da allora stiamo aspettando che venga tracciata la segnaletica orizzontale sul manto stradale.
Superfluo ricordarLe che, soprattutto in corrispondenza degli ingressi nei paesi e soprattutto adesso che la nebbia padana sfoggia tutto il suo grigiore, urge terminare il lavoro iniziato più di due mesi fa.
Abbiamo già subito un grande disagio il giorno dell’asfaltatura, effettuata la mattina in orario di punta per i pendolari e senza che venissero avvisati o preavvertiti i comuni, abbiamo già avuto (per fortuna piccoli) incidenti ad alcuni ingressi, per cortesia faccia in modo di sistemare le cose senza ulteriori indugi.
Confidiamo nel suo intervento, la ringraziamo dell’attenzione e la salutiamo cordialmente.
PS: le allego due foto del tratto SP in corrispondenza dell’ingresso di Balbiano (e anche qui le rammento che l’incrocio è SENZA canalizzazione quindi, in queste condizioni, ancora più insidioso)


Bravo Guerriero (con la G maiuscola)

Da "Il Cittadino" di oggi:
Colturano - La vicenda umana di Guerriero Alongi, cardiotrapiantato residente a Colturano, diventa testimonianza scritta e narrata con il libro “Finalmente un paio di scarpe”, che verrà presentato in anteprima martedì 16 novembre all’Associazione generale di mutuo soccorso di Bergamo. La stessa città degli Ospedali Riuniti dove, alcuni anni fa, la vita di Alongi visse la sua pagina più importante: non solo riacquistando la salute fisica, ma cosa non meno importante, un differente punto di vista sull’esistenza. Il diario-romanzo del cittadino di Colturano avrà come palcoscenico la sede dell’associazione orobica in via Zambonate 33, alle 18.30 di martedì prossimo. Oltre all’autore protagonista ci saranno Ivo Lizzola, docente dell’Università degli studi di Bergamo, e i dirigenti medici degli Ospedali Riuniti Carlo Bonometti e Paolo Ferrazzi. Nato nel 1948 a San Fermo, nelle Marche, Guerriero Alongi si è trasferito molto presto a Milano, dove ha iniziato una carriera di dirigente aziendale con responsabilità sempre crescenti, arrivando nelle fila di importanti multinazionali. Il pensiero di qualcosa che si portava dentro da sempre accompagna gran parte della vita dell’autore: è a 33 anni, infatti, che Alongi scopre di avere una cardiomiopatia dilatativa che tuttavia per lunghi anni resta latente, non interferisce con i progetti e la quotidianità di una vita del tutto normale. È solo nel 2005 che l’autore, poco dopo essere andato in pensione, arriva a quel “limite” descritto anche dal libro. C’è un improvviso peggioramento che lo porta a scompensi cardiaci, ricoveri e frequentazioni di ospedali, terapie farmacologiche. Alla fine si fa strada la soluzione del trapianto di cuore, effettuato nella notte fra l’11 e il 12 dicembre di quattro anni fa. Alongi ha più volte raccontato, anche nel contesto di incontri organizzati a Colturano, l’identità del cardiotrapiantato. Innanzitutto la simbiosi, difficile da capire dall’esterno, fra donatore e beneficiario. In secondo luogo, l’esperienza di arrivare a quello che il protagonista definisce come limite verso una seconda nascita. Un’esperienza che è stata descritta prendendo carta e penna, vincendo le titubanze, e traducendosi nel volume in vetrina martedì prossimo a Bergamo: «Un trapianto, un trapianto di cuore in particolare, porta sulla soglia - si legge in “Finalmente un paio di scarpe” -. Anzitutto sulla soglia della resistenza e della funzionalità fisica elementare; ma anche su una nuova soglia conduce il trapianto: dove apprendere a sapere soffrire e a sapere sperare ancora, ad affidarsi in mani d’altri, e confidare nella loro cura e nella loro comprensione. La soglia del tornare a nascere».Emanuele Dolcini

mercoledì 10 novembre 2010

E anche il terzo si è volatilizzato

  
Il terzo angioletto, l'ultimo rimasto dei tre che ornavano il basamento della statua della nostra Madonna è stato rubato. L'angioletto, scolpito e dipinto ha "preso il volo" come gli altri due negli anni passati. Sono stati segnalati diversi furti nelle parrocchie della diocesi e questo fine settimana è stato il nostro turno. Tutti i sabati lo guardavo e mi dicevo che quel vaso di fiori sempre messo lì davanti al viso copriva il volto, un po' malinconico, dell'angioletto. Anni fa, quando era parroco don Mario Zacchi, si era pensato di mettere la statua in una nicchia coperta dal vetro ma poi diceva che la gente veniva e voleva toccare il piede della Madonna...E la madonnina è sempre rimasta lì, nella sua semplicità...oggi ancora più sola.

domenica 7 novembre 2010

Conoscere meglio Dalì

Non ho mai amato particolarmente Dalì. Forse perchè non me hanno mai spiegato. Da questo pomeriggio un piccolo velo si è sollevato. Continuerò a non amarlo ma ad ammirare sconcertata quanto può partorire la mente di un artista. Sono rimasta davvero impressionata, ma davvero davvero. E' una pittura che mi angoscia ma nello stesso tempo mi affascina per i suoi simbolismi.
L'uscita è stata organizzata dalla Biblioteca Comunale di Colturano che ha offerto la visita guidata, quindi occasione da non perdere. La coda (che noi non abbiamo fatto)  alla biglietteria di Palazzo Reale era lunghissima ed anche all'interno c'era molta ressa; meno male che ormai le cuffie sono obbligatorie quasi ovunque.
E così è finito il mio pomeriggio di libertà. (Piazza Duomo è sempre bella, anche sotto la pioggia).
Qui c'è la video-recensione della mostra (Sole24Ore).

sabato 6 novembre 2010

E basta!

Basta, adesso basta, ne abbiamo piene le scatole. 
Ore 14.30, telefonata, risponde l'uomo di casa, silenzio, dopo qualche secondo "Sono Io, mi dica". Mi avvicino per capire cosa stanno combinando i due interlocutori e comincio a fare gli occhi larghi. Lui tentenna, si scoccia con me perchè sono lì a cotrollarlo e molla il ricevitore. La signorina ricomincia: Sono Francesca di Enel (e qui dice qualcosa), la chiamo per sapere se vuole passare alla bolletta online - no grazie- e per avere il suo consenso ad invialre dei moduli sulla privacy. E cavolo adesso si esagera. "La domanda mi sembra inopportuna, dico. Mi mandi i moduli e poi valuterò che cosa contengono. Non vedo perchè mi debba chiedere il consenso per l'invio di moduli; me li mandi e stop. La Francesca mi si inca..vola, dice di avere il mio numero di cliente, dice di capire la mia diffidenza, sa le truffe telefoniche (ecco appunto), ma che lei è stata incaricata da Enel-qualcosa a contattre i clienti. Ripeto, signora Francesca, che telefonicamente non diamo nessun consenso. Bene, sappia che ha parlato con Francesca e declina-anche -il-cognome (che non memorizzo) di Enel qualcosa e riattacca.
Faccio l'800 900 800 e spiego l'accaduto. Grandi giri di parole. Mi hanno detto che in effetti c'è in corso una campagna per l'acquisizione telefonica di bla, bla, non ho capito un tubo ( ma quale campagna e campagna, girando in rete ho trovato casi simili al mio anche di parecchio tempo fa e l'operatrice mi è sembrata molto pronta nell'aggirare l'ostacolo). Non è la prima volta che Enel-qualcosa mi dà materiale per il blog ma vorrei vivamente fosse l'ultima.

mercoledì 3 novembre 2010

Finalmente un paio di scarpe!

Stamattina nella fretta mi sono dimenticata di ricordare che Guerriero abita a Balbiano. Sono felice per lui: l'uscita del libro è  una delle tappe di un progetto più ampio. Tieni il posto in macchina per il 16... 

domenica 31 ottobre 2010

San Carlo - L'attualità del suo pensiero

Ricevo dal dottor Leondi e con piacere pubblico il seguente invito:

E' prevista, nel corso della serata, la presentazione della nuova edizione del libro di Giuseppe Gerosa Brichetto e Sergio Leondi "San Carlo, i Borromeo e Peschiera nel cinquecento" curata da Sergio Leondi. Copia omaggio agli intervenuti.

mercoledì 27 ottobre 2010

La Tangenziale Est si avvicina

Dunque ecco la cronaca di ieri sera (la mia naturalmente):
sala gremita, come previsto, per sapere quelcosa di più su come cambierà il nostro territorio al passaggio della TEE. Devo dire che, almeno per Balbiano, sarà un cambiamento molto radicale. Intanto partiamo con qualche nozione sul progetto del tratto che ci coinvolge che si trova qui (link non più attivo-rimosso in data 18/8/16). Tutta l'opera, in soldoni, al momento ha una previsione di spesa di 1.700-1800 milioni di Euro che la società TE spa coprità per intero con soldi privati. Per rientrare nelle spese potrà avvalersi degli introiti dei pedaggi con una concessione di 50 anni. Dopo una breve cronistoria del progetto ecc, si è passati ad illustrare nello specifico gli intrventi sul nostro territorio che, seppur non toccato direttamente dal passaggio della Tangenziale, ne risentirà "di riflesso" perchè inserito in un contesto viabilistico che cambierà radicalmente (si spera in meglio , almeno per noi). C'è in arrivo il collegamento, ormai nei ricordi di tutti noi 50enni, della famosa bretella Cerca Binasca e la realizzazione della nuova Santangiolina; entrambe toglieranno traffico dalla congestionata via Emilia a Melegnano.
Gli inteventi delle opere compensative e "di mitigazione" sul comune di Colturano (ed in particolare sul tratto di SP Sordio-Bettola da Dresano a Colturano) avranno una portata di 11 milioni di Euro. E' stato più e più volte riamarcato durante la serata che il nostro comune è stato super bravo a strappare questo volume di interventi che altri comuni, con situazioni più impattanti sul territorio, non hanno ottenuto. Da aggiungere una sola cosa: il Comune ha chiesto anche delle soluzioni al nodo, per intenderci, della rotatorio sulla Cerca a Colturano dove confluirà il flusso della Sordio-Bettola e della futura Tangenzialina Cerca-Binasca. Per ora la società TE S.p.A. non ha più soldi da investire in opere compensative. Ulteriori interventi saranno da finanziare con soldi pubblici perciò, per ora, ci terremo la rotatoria così com'è. Su questo punto si è dibattuto molto sulle due tesi contrastanti: il traffico sulla Cerca aumenterà, il traffico non aumenterà.
Vediamo di spiegare cosa cambierà per Balbiano:
-con la realizzazione della Tangenzialina di Dresano (che accerchia l'abitato esternamente, per intenderci verso Mulazzano) avremo uno svincolo, più o meno all'altezza del mobilificio Maschi, che raccorderà la Tangenzialina qppunto e il nuovo tratto di provinciale Sordio-Bettola che ci interessa direttamente. Il vecchio tratto di provinciale (quello attuale) passerà a traffico locale mentre la nuova Provinciale correrà leggermente scostata (credo sia verso sud, più bassa di circa 3/4 metri rispetto all'attuale e taglierà leggermente il curvone di via Verdi. Da Balbiano per immettersi sulla provinciale bisognerà arrivare alla rotondina di Via Verdi  (usando l'attuale uscita e raggiungendo la rotonda di accesso di Via Verdi) o a quella di Maschi usando gli accessi (nuovi) di via madre Teresa o via Cervi (dove verrà aperta la via se non ho capito male all'altezza dei n. 15 e 15/b sempre per capirci). Ho cercato di abbozzare qualcosa qui sotto (fa schifo lo so). In pratica useremo la vecchia provinciale per il traffico locale. E' previsto un passaggio pedonale sull'Addetta.
Tutto questo è contornato, come si legge sempre dal sito della TE (link non più attivo-tolto 18/8/2016) , da piste ciclabili di collegamento e altre opere di mitigazione ambientale. (Molti progetti sono asteriscati e questo vuol dire che non è stata ancora trovata la copertra finanziaria).
Fin qui Balbiano. Per Colturano l'unico intervento certo è la rotonda che raccordereà Cerca alla bretella che arriva dalla Binasca (altezza Cascina Lombarda)...e basta. C'è pronto un progetto che riguarda la rotonda attuale, collegamento ciclabile incluso ma, come detto, sono finiti i soldi e se si vuole realizzare si devono trovare soldi pubblici.
I due relatori ci hanno manifestato la loro sorpresa nel trovare un pubblico "non entusiasta" nonostante questo spiegamento di milioni in opere su un territorio poco compromesso dal passaggio della TEE. A me personalmente, questo continuo sventolio di milioni di euro, mi ha dato fastidio. Abbiamo quasi supplicato per anni interventi agli ingressi sulla provinciale che adesso, tutto sto po po di roba mi lascia quasi basita. Qui paga il privato ok, e se hanno deciso di fare questi interventi è perchè sono direttamente collegati anche alla richiesta di Dresano della loro "tangenzialina" e a valutazione di effettiva utilità "di ritorno" (insomma, facciamo la strada perchè è funzionale al raggiugimento dei caselli).
Un bel risultato per entrambe le amministrazioni. L'assemblea non è sembrata così entusiasta, sempre vedendola con gli occhi dei relatori, perchè noi siamo solo preoccupati di essere stretti nella morsa di un traffico che facciamo fatica, in prospettiva,  a vedere in diminuzione. Gli studi di TE dicono il contrario. A questo punto bisogna dire: chi vivrà vedrà. I lavori partiranno nel 2011 e termineranno nel 2015 (Expo incombe...) e io vivrà perchè devo prendere la pensione giusto per l'Expo!

Luciano mi ha lasciato nel commento il link dove scaricare i PDF del progetto .Vedi a pag. 30 del file dell'area 5 l'intervento sulla Sordio-Bettola. Qui si vede bene la pista ciclo-pedonale di collegamento con Dresano (in viola). Servirà anche da collegamento per le abitazioni di via Sarmazzano e si vede come, in Balbiano, la pista costeggerà un tratto di Addetta adiacente all'Emporio Novazzi e si immette in via Melegnano dove c'è il parco giochi. Grazie Luciano.
http://tangenziale.esterna.it/
http://tangenziale.esterna.it/wp-content/archive/documenti_progetto.zip (link non più attivo-tolto 18/8/2016)

Il genio di Bossi...il "nostro" Bossi

Che sorpresa stamattina trovare il Bossi, come lo chiamiamo in paese (oppure anche  el Giacumi ferè) su una pagina del Cittadino tutta dedicata a lui. Grande Giacomo!
Potete vedere il signor Giacomo anche qui 

martedì 26 ottobre 2010

Vaccinazione Antinfluenzale 2010 e altro


Mentre "ercolino-sempre-in-piedi" fa il suo pisolino mattutino devo subito riportare quanto mi chiede il nostro medico di famiglia, dottoressa Bianco:
La ASLMI2 le ha finalmente comunicato le date in cui potrà effettuare le vaccinazioni intinfluenzali gratuitamnete ai soggetti che ne hanno diritto (vedi qui la locandina generica dell'ASL).
La dottoressa effettuerà le vaccinazioni presso il suo ambulatorio di Dresano, via Mantova7 nei seguenti giorni:
GIOVEDI 4 NOVEMBRE 2010 - dalle 9 alle 10
GIOVEDI 11 NOVEMBRE 2010- dalle 9 alle 10
--------------------------------------------------------------------------------------

Ho dato una letta veloce al "Cittadino" online ed ho trovato, sulla pagina dedicata ai comuni del lodigiano una bella iniziativa di Galgagnano che raccorda la festa religiosa con la vita sociale del paese. Mi piace riportarla perchè tutti gli anni, in ambiti non parrocchiali, ci si ritrova a chiedersi come inserirsi nel contesto della sagra con delle iniziative autonome. Bancarelle, mercatini, mostre....tutti gli anni se ne parla ma non si riesce a concretizzare niente. Ecco questo mi sembra un buon esempio: premiazioni degli studenti (non in modo dimesso come si fa da noi, durante un consiglio comunale poco (..issimo) frequentato), benemerenze agli ultra ottantenni (non solo pranzi e tombole riservati agli anziani o consegna dei panettoni a domicilio). Ci si potrebbe attaccare qualcos'altro, che ne so, la vecchia "giornata del risparmio"?, la piantumazione degli alberi per i nuovi nati? tutti insieme, per dare un senso di festa così magari anche chi non si sente legato al campanile potrà sentire lo spirito di festa di paese. Non lo dico per amore di polemica ma con spirito costruttivo. Manca davvero un ponte che unisca tutta la comunità in una festa che è quella del paese e che per tradizione, in ogni paese, corrisponde con la festa religiosa rappresentata dalla Sagra (che deriva da sacro, non scordiamolo... ergo...). Dai stria, ghe na frega nient a nisun. Ok, ok, passo e chiudo con un bel I love Balbiano che ci sta sempre bene.
Ore 14.30: prima mi sono dimenticata di inserire i due video delle sagre di quest'anno. Eccoli:
Giovanni dice che quello di Balbiano lui l'ha fatto più bello. E ti credo! Caro Gio, sapessi che seratacce passo litigando con Movie Maker, ordinando le foto che mi mandate e cercando di non mettere musica con diritti! Ho cercato di mollare la palla a qualcun altro ma mi è andata male. Dai il prossimo lo fai tu, affare fatto.

Senza titolo

Inizio il post alle 0.09 di oggi (?!) martedi 26 ottobre. Ho sonno e quindi sarò telegrafica.
Risolto il caso del furgone incendiato, lo si legge qui, meno male. Per il resto non ho altro da aggiungere, aspetto l'assemblea di domani sera anzi no, cosa dico, di questa sera!


giovedì 21 ottobre 2010

Male non fare-paura non avere

Speravo proprio fosse un falso allarme, un fraintendimento, e invece è tutto vero. Ancora una volta lo stesso condominio è stato meta di un altro tentativo di furto. I ladri sono stati sorpresi mentre tentavano di scavalcare una recinzione (la stessa dell'ultimo colpo nello stesso condominio, circa due mesi fa) e sono scappati verso la provinciale Sordio-Bettola. Sulla stessa via nell'ultimo mese ho già sentito almeno tre casi, oltre a quello messo a segno all'Emporio Novazzi. Cosa sta succedendo nei nostri paesi? Anche sui quotidiani locali tutti i giorni sgraniamo lo stesso rosario. ( Solo oggi: vedere qui e qui la lettera di un lettore). Siamo tutti preoccupati anche perchè i buoni propositi di pattugliare il territorio per dare sicurezza restano buoni propositi perchè è ovvio che poco (forse niente?) si può fare con questo tipo di delinquenza. E allora ben vengano altre soluzioni e se tutti saremo sotto gli occhi di qualche grande fratello, chissenefrega, "male non fare-paura non avere" recita un vecchio detto; forse avremo un deterrente in più, se già non bastano porte blindate, vetri blindati, allarmi, inferriate, cani e tutto quello che ci volete mettere (deterrenti appunto, perchè spesso non bastano).

Scrivo il post a rate, l'ho iniziato verso le 10 ora sono le 14. Nel frattempo nella casetta postale è arrivato un pieghevole del Consorzio di Polizia Nord Lodigiano (di cui fa parte anche il nostro comune) con tanto di indicazione del Numetro di PRONTO INTERVENTO 0371 688210 (che tempismo!). Il numero è quello solito del Consorzio che tutti dovremmo conoscere già, comunque segnatevelo.

E' arrivato anche l'invito per la serata di martedi 26 molto importante perchè ci verrà illustrato tutto l'ambaradan della Tangenziale est Esterna (grosse novità interessano proprio Balbiano).

martedì 19 ottobre 2010

Ancora?

Leggo quasi in diretta su FB che sulla mia via stanno rincorrendo 4 ladri d'appartamemto. Proprio oggi pomeriggio una persona della via mi ha detto che non è più possibile vivere con questo assillo, si stava chiedendo se trasferirsi o meno. Ultimamante è uno stillicidio di piccoli casi ravvicinati, si vive con la paura che possa succedere qualcosa. Anche io ho paura.

lunedì 18 ottobre 2010

domenica 17 ottobre 2010

El Pettinari...una sagoma!


Mi dispiace, Giuseppe, che non ci fosse molta gente, ma il nostro paese è fatto così, anzi, qui ci dobbiamo mettere anche Dresano visto che la serata era organizzata da Auser Dresano-Colturano. Non mi aspettavo di vedere i ragazzini ma qualche altro ...anta si. Nemmeno la beneficenza li ha strappati dall'alone catodico emanato dalla Maria nazionale, lotta impari, caro Giuseppe. E poi...e poi...E va bè, chi l'è che ghera, ghera, e per i alter, pace e amen, se fem? E' bello sentirti spiegare i vecchi termini dialettali (el vertical non lo conoscevo, forse sono troppo giovane, ahahah) e sentire tuo figlio declamare le tue poesie. Sei proprio bravo.
Adess vo a durmì, ciau. (tu tu tu tum, tu tu tu tum...)

venerdì 15 ottobre 2010

Chissà come è successo

Da "Il Cittadino" di ieri e oggi; certo notizie poco piacevoli.

mercoledì 13 ottobre 2010

Bello della "gnogna"

Domenico, ottobre 2010
Domenico, ottobre 2010
Non fatemi pensare che ho davanti autunno e inverno; come faccio a tenere in casa questa furia scatenata? Aiuto!

martedì 12 ottobre 2010

venerdì 8 ottobre 2010

Problemi alla scuola materna di Colturano?

Da "Il Cittadino" di oggi
A Colturano l’anno scolastico è iniziando con lo stesso rebus di settembre 2009: la terza sezione della scuola materna si fa o non si fa? O meglio: ci sono le risorse per farla? Alcuni genitori sostengono di sì, che ad inizio settembre era stata trovata la quadra per dare un po’ ossigeno a classi molto “dense”. Ma poi è arrivato il contrordine. Il Broletto locale evidenzia che il bilancio municipale non può fare miracoli troppo a lungo. Domani mattina proverà comunque un incontro in municipio a spiegare come mai Balbiano e Colturano non possono permettersi di “volare” oltre la sezione A e B. Si fa interprete della richiesta di chiarezza uno dei genitori che hanno dovuto iscrivere il figlio più piccolo in altri asili (altri pare li abbiano tenuti a casa), Marco Fargnoli: «Colturano le tre sezioni di fatto le ha, nel senso che ce ne sono due da 24 e 26 bambini e una con le attrezzature che ha funzionato l’anno scorso, ma quest’anno resterà sigillata anche se ci sono 13 preiscritti che aspettano. Ciò che disorienta noi genitori è questo: in tre mesi ci sono state fornite tre versioni diverse su quanto sarebbe avvenuto alla prima campanella. Prima si era prospettata una soluzione con una maestra stipendiata dal comune e una dalle famiglie con un contributo di 200 euro mensili a famiglia, non proprio un nulla. Poi, a fine agosto, si erano sparse voci sull’avvenuta nomina di due docenti di ruolo dall’ufficio studi, voci smentite. Infine, il 21 settembre pare si prospettasse l’ipotesi di una sola maestra aggiuntiva, con stipendio comunale, per il resto utilizzo delle figure già in organico. Ma anche qui risulta che ci siano state proteste, da parte delle famiglie, per la possibile bassa qualità dell’attività didattica. Vorremmo capire dov’è la verità». In parte prova ad anticiparla il sindaco Giovanni Cariello, che ieri è stato proprio alla direzione didattica regionale di Milano: «A Colturano l’organico di diritto della scuola d’infanzia è chiaro: ci spettano due sezioni. Non contano i calcoli a spanne, ma quello che dice l’ufficio studi, il quale non si è mostrato possibilista, nemmeno ieri: non sono previsti aumenti. La terza classe? Per essere un paese di 1600 anime abbiamo fatto tutto quello che potevamo per averla. Ora però dovremmo mettere almeno 15mila euro all’anno per vari anni consecutivi e forse per più maestri. Nessun comune delle nostre dimensioni può fare questo».Emanuele Dolcini

giovedì 7 ottobre 2010

Nuove costruzioni a Balbiano

Per chi fosse interessato alle costruzioni nel lotto di terreno in zona Paradisino a Balbiano, questa sera presso la palestra, credo, o comunque in zona del Comune, ci sarà un incontro con la Cooperativa Viola che illustrerà il primo intervento per 12 appartamenti. Qui i dettagli dal sito della Cooperativa. Le costruzioni sorgeranno su area legge 167 e i prezzi, da quel che mi ricordo di aver letto sul giornalino comunale, sono davvero interessanti.

giovedì 23 settembre 2010

Consiglio Comunale del 21 settembre 2010

Consiglio lampo martedi sera, alle 11 e un quarto ero già a casa  (c'è stato tempo anche per ciciarà del più e del meno). Come sempre, da buona brontolona, ho qualcosa da ridire:
a) in Balbiano ho trovato affisso solo 1 manifesto sulla bacheca prima del ponte in piazza, in un punto di divieto di transito in uscita e quindi difficilmente visibile. Visto che tutti, al di qua del ponte, la mattina per uscire dal paese passiamo da via Melegnano, sarebbe magari utile non dimenticarsi di questa bacheca.
b) non viene mai segnalato che nel dato consiglio vengono assegnate le borse di studio ai laureati; mi sembra una bella cosa, da partecipare a tutti, no?
La novità più eclatante è che Vallefuoco si è staccato dal gruppo di Insieme per il futuro di Colturano e, come prevede la legge, ha dovuto collocarsi genericamente in quello che si chiama Gruppo misto, senza indicazioni di appartenenza politica di nessun genere, formato solo dalla sua persona. Non sono stati comunicati i motivi di questo distacco e possiamo solo fare delle ipotesi, che qui non dirò, ovviamente (o non ovviamente. Sarebbe comunque interessante conoscerle. Se fossi un suo elettore mi piacerebbe sapere perchè ora si dissocia dal gruppo).
Brava Alice Porta che ha ricevuto la borsa di studio Paolo Econdi; laurea in Biologia (con 110 sono sicura non ho capito se anche con lode).
Il resto niente di significativo da segnalare: qualche aggiustamento di bilancio, l'annuncio della novità del giornalino l'Olmo che passa a nuovo editore a costo zero (rientro con la pubblicità che la società metterà sul giornalino, idem per il sito, costo zero ecc. Anzi sulla delibera di giunta leggo che ci dovrebbe essere un contributo da parte delle Grafiche Pulsar di 840.00 euro sotto forma di sponsorizzazione di qualche attività). Visto che il contratto dura due anni ed è partito a maggio, e visto che il sito è ancora tale e quale a prima, speriamo presto in un cambiamneto. Per il giornalino ho già fatto presente che bisognerebbe rivedere i testi che, nella forma, sono proprio brutti ma, come dichiarato in apertura del post, so di essere una rompi(bip)alle, e magari  questo modo di scrivere urtica solo me, pazienza, ce lo terremo così. Ci andava bene prima che ci costava 8.000 euro, figurarsi adesso che è a gratis (si lo so si scrive senza la a).
Il Sindaco ha annunciato che tra la fine di ottobre e l'inizio di novembre dobrebbe esserci un' assemblea con tecnici esterni per illustrare il futuro assetto del territorio al passaggio della TEE. Anche su Balbiano sono previste opere già messe in progetto. Su Colturano è ancora tutto in fase di studio.
Il sindaco ha poi risposto all'interpellanza del gruppo di minorenza che a giugno aveva chiesto di risistemare i giochi rotti del parchetto di via Melegnano. E' stato tutto sistemato ma è ansche stato detto e tutti lo abbiamo visto che i soliti ignoti hanno anche demolito il gazebo e parte del muretto di accesso al parchetto. Questo è un punto caldo del paese dove si ritrovano i ragazzi più grandi il pomeriggio e la sera. Non è proprio un posto tanto isolato eppure la fanno sempre franca.

Visto che siamo in tema amministrazioni comunali, lancio un piccolo appello al comune di Dresano: per usare la pista cicliabile ci vuole il macete. Avete provato a farla con un bambino sul seggiolino cercando di evitare che l'erba alta colpisca il viso? Oggi ho visto che è stato sfalciato solo il tratto che arriva al cartello di Colturano, manca il tratto più lungo, quello appunto che è di competenza di Dresano. Mi sembra di ricordare che il nostro Comune abbia compartecipato alla spesa di costruzione con una bella fettina in più di quello che gli sarebbe toccato, ci sembrerebbe bello avere anche maggiore manutenzione. Ma la colpa è sempre del tempo (piove e l'erba cresce) e del governo che non manda soldi.
Aggiornamento del 30 settembre:
La zona del parchetto è, da qualche giorno, videosorvegliata.
Qui il sito web del Gruppo Consiliare Misto.

domenica 19 settembre 2010

Il melomane, questo sconosciuto

P1010903

Che bella giornata, dopo tutta l’acqua di ieri un vero regalo così abbiamo potuto portare a termine senza problemi tutte le attività per la Sagra. Uso il plurale, abbiamo, perchè anche se Quartiano non è il mio paese né di nascita né di residenza, lo sento un pochino mio. In fondo lo statuto è stato variato anche per me.(Art 5- possono aderire all’associazione (Proquartiano) le persone di ambo i sessi abitanti a Quartiano, Casolta, Isola Balba, Casoltina, Sabbione, Vignazza, Mongattino e coloro che vi abbiano risieduto in passato. Per questi ultimi è possibile l’adesione anche del coniuge.- Il mio caso è proprio quello dell’ultima frase, ho spusad un quartianin. (Quartiano è una frazione del comune di Mulazzano -  e non chiedetemi perchè gli abitanti di Mulazzano non possono iscriversi…Ognuno si tenga le proprie beghe di paese, a Balbiano quelle di Balbiano a Quartiano quelle di Quartiano). Veniamo ad oggi; come sempre da qualche anno a questa parte sono piazzata lì nel mio spazio del Cruciverba, quest’anno da sola, così non ho potuto muovermi per fare foto o fare un giro sul calesse (eccolo qui sotto mentre mi trotta sotto il naso).

P1010893

In attesa dei miei “aficionados” ( di cui poi parlerò) ho provato a risolvere il cruci del quale non so niente perchè il materiale mi viene consegnato da Egidio poco prima delle 14. L’ho risolto in 25 minuti con un errore. Il primo affezionato cliente si avvicina guardingo: Ma cume?! non ci sono i Rebus? E no, signor Scotti, pochi concorrenti l’anno scorso e così hanno deciso di eliminare i Rebus, deve accontentarsi del Cruciverba. “Sta arrivando anche la signora Mariagrazia”. Allora sono cavoli amari, caro dottor Scotti! La signora Mariagrazia Tavecchi da anni e anni e anni… (ma no scherzo! signora Tavecchi, so che leggerà queste righe e so, che lei sa, che a Quartiano ormai è di casa e  quasi tutti gli affezionati come lei chiedono “è già venuta la signora di Lodi che vince sempre?”) la signora dicevo, è bra-vis-si-ma e da alcuni anni è la donna da battere. Come Scotti, anche lei brontola perchè non ci sono i Rebus….Presenterò reclamo al consiglio. Insomma facciamola breve, inutile dire chi ha vinto: LA SIGNORA TAVECCHI con zero errori in 12 minuti, seconda Pasqualina Bricchi con zero errori in 23 minuti, terzo Diego Scotti con 5 errori in 12 minuti. Eccoli i “miei” campioni:

Dottor Scotti!

P1010895

P1010896

Il titolo del post ha a che fare con il cruciverba naturalmente. Una definizione riportava: Isolano …i melomani. Ste CUFFIE non volevano proprio uscire dalle penne!  ed anche FILIPPOSESTODIVALOIS, e i PELASGI, e il povero IBIS uccello del Nilo , in un caso diventato persino Iris! Ossignur… Bene, chiudo qui perchè vorrei mettere le gambe in orizzontale e sparami una dose di TV prima di abbandonarmi alle braccia di Morfeo (che, come quasi tutti sanno, non è un melomane, non ha conosciuto Filippo, non ha mai usato le cuffie…e non è nemmeno mio marito).

mercoledì 15 settembre 2010

Ma era proprio il caso?

Ma era proprio il caso di disseminare rottami ad ogni rotatoria della provincia di Lodi? Questa bella composizione dovrebbe rappresentare un monito per chi ha il piedino facile e corre troppo, e di per sè è una iniziativa lodevole, ma queste carcasse, oltre a contribuire (ce n'era proprio bisogno!) all'inquinamento visivo, alle brutture che costeggiano le nostre strade, rappresentano una fonte di incidenti, come è stato segnalato anche sulla stampa locale.
La foto è di oggi pomeriggio, rotatoria di Dresano-Madonnina di Casalmaiocco.

lunedì 13 settembre 2010

Domenica in bici sulle rive dell’Addetta

Foto di gruppo Addetta
Noi ce la siamo proprio goduta la giornata e pazienza per chi è rimasto a casa con i ciapet affondate nel divano. Questa giornata, organizzata dalla Pro Loco, voleva essere un momento di maggior conoscenza dei luoghi che abitiamo e che lambiscono il nostro comune ed occasione (una buona occasione) anche per socializzare. Ci saremo riusciti?
Dunque partiamo per la nostra giornata lungo le rive dell’Addetta, attraversando quello che considero il paesaggio più bello del mondo. E lo so, sono esagerata, ma ho sempre riconosciuto nei quadri di Leonardo questi nostri sfondi di campagna lombarda. Sono i paesaggi che hanno accompagnato le mie giornate di bambina nata e cresciuta a Balbiano che girovagava per queste campagne, per queste stradine che abbiamo percorso anche oggi ( non sono cambiate poi molto).
 biciclettata_12set10040
Cascina Borgonuovo, Il Bosco, il Molinazzo, el Levadìn che per anni è stata la spiaggia dei balbianini, Lanzano, San Barbaziano, Zoate, Tribiano, Paullo. Un giro tranquillo adatto a tutte le gambe. Mi è piaciuta tantissimo la sosta a Zoate dove una signora gentilissima ci ha permesso di visitare la chiesetta, di proprietà privata, che è stata restaurata ed è oggi ancora adibita a cerimonie religiose. “Vedesse come è bella quando c’è un matrimonio!”
 biciclettata_12set10009biciclettata_12set10016 
Anche la sosta per il pranzo presso la Casa dell’Acqua di Paullo, che funge anche da Punto Parco, è stato un momento molto interessante perché il dottor Cremascoli ci ha illustrato un importante progetto di rete ciclabile che costeggerà tutto il tratto dell’Addetta da Paullo a Melegnano. 15 milioni di euro sono tanti ma con qualche finanziamento regionale o Europeo si spera di poter far partire presto la prima delle tre tranche del progetto. La riqualificazione che ha interessato le sponde dell’Addetta a Balbiano nel 2007, è stato il primo intervento effettuato proprio nell’ambito di questo progetto perché era il tratto più a rischio.
biciclettata_12set10027
A san Barbaziano don Davide si è dimenticato del nostro appuntamento ma la porta della sacrestia è aperta (è tutto spalancato per la verità) e possiamo così ammirare una bellissima formella di terracotta raffigurante la flagellazione di Gesù alla colonna e un armadio in noce a due piani del 1700 con bellissimi intagli. 
biciclettata_12set10053biciclettata_12set10054 
Pedaliamo sotto un sole ancora molto caldo, lì in fondo la Madonnina delle rogge ci dice che siamo a casa…