domenica 31 maggio 2009

La nostra civetta è in ospedale




Pensavamo fosse un cucciolo di civetta ma dalle foto inviate per mail al centro LIPU ci hanno risposto che è un adulto e che, se si è lasciato prendere, è chiaramente in difficoltà e che dovevamo al più presto trasferirla in un centro di recupero. Per un giorno mia sorella e i suoi nipoti l'hanno alimentata con carne cruda e quanche siringa di acqua e zucchero. Sempre dal sito della LIPU abbiamo contattato il centro di recupero più vicino a noi (Pontevecchia di Magenta) e visto che proprio non potevamo andarci noi abbiamo chiamato le Guardie Forestali Provinciali che, puntuali alle 13.30 di oggi sono venuti a prendere l'ammalata. Speriamo ci facciano sapere qualcosa e, caso mai si riprendesse, vorremmo che tornasse a volare da noi. Il suo verso ci annuncia l'arrivo della primavera, quando arriva ad occupare il suo nido su uno dei pochi alberi rimasti sulla strada sterrata di campagna che da Balbiano arriva a Dresano.
Aggiornamento dell'8 giugno:
Il quotidiano "Il Cittadino" ci ha dedicato ben due pagine:
qui la prima (edizione del 5/6/09)
e qui la seconda, sull'edizione di oggi 8 giugno 09

giovedì 28 maggio 2009

Cosa volete che sia un voto...


Egregi candidati Sindaci, in allegato il mio libero pensiero rispetto al confronto di martedì scorso e non solo.
Daniela, se ritieni che non sia troppo forte o che non violi ..non so cosa..,mi piacerebbe che esso venisse pubblicato sul tuo blog. Lo farei direttamente ,ma non so come si fa. Grazie a tutti per la vostra attenzione
Guerriero Alongi

Colturano, 28.05.2009

Dopo la serata di presentazione dei candidati sindaci, avevo deciso di assumere un atteggiamento di solo ascolto, fino a quando ho trovato nella cassetta della posta il volantino di Cariello Sindaco..”ce ne fossero di serate cosi”.
Bene, martedì sera, si è persa un’occasione: quella del maggior rispetto reciproco tra i candidati e da e verso la cittadinanza e soprattutto di tornar a parlare di “valori “tra una cosa e l’altra “da fare”. Ma si sa, certi argomenti non si usano in campagna elettorale perché ce ne sono altri più immediati e vicini a noi. O forse perché abbiamo perso tutti l’abitudine di porci domande sapendo che le risposte sarebbero dolorose da accettare? Mah?
Lei sig. Barbato non avrà il mio voto perché tra i tanti modi per manifestare il suo legittimo dissenso ha scelto con me il peggiore: il sorriso ironico, segno di supponenza e arroganza. Avrà invece il mio voto perché , al termine della serata ha avuto il coraggio di chiedermi scusa per altro non richieste, lo avrà perché incalzato da alcune domande palesemente volte a metterlo in difficoltà ha avuto l’umiltà di dichiarare la sua impreparazione, come se coloro che gliele hanno poste fossero preparate prima di diventare assessori. Non avrà invece il mio voto perché si è fatto supportare da una claque rumorosa e intollerante dimostrando così una debolezza culturale e politica preoccupante della sua squadra. Avrà invece il mio voto per il suo entusiasmo anche se, lo confesso, a volte certi suoi eccessi presenzialistici, inducono in me dubbi sulla sua genuinità (che bello sarebbe stato vedere una sua foto accanto al sig. Giacomo Bossi (chieda in giro chi è) anziché a Berlusconi.

Lei invece sig. Cariello non avrà il mio voto perché più di una volta non ha saputo trattenere un sorrisino ironico rispetto a certe affermazioni del suo antagonista dimostrando così poco rispetto. L’avrà invece perché alla mia “pancia”in fondo la sua maggiore esperienza mi convince più dell’entusiasmo del Sig.Barbato, perché nella sua lista c’è una ragazza piena di entusiasmo che partecipa ad incontri ove si parla di valori (persi)e non solo di cose da fare. Non l’avrà perché sempre nella sua lista c’è rappresentato il peggiore dei disvalori per un uomo pubblico: l’arroganza.
Non avrà il mio voto perché durante l’incontro di martedì non ha saputo mettere un freno al “gioco al massacro” a cui il suo avversario è stato sottoposto da alcuni suoi sostenitori perdendo così un’occasione di dimostrare “nobiltà politica” non intervenendo nei loro confronti e lasciando ad una rappresentante della lista avversaria di farlo per altro in modo tardivo e fin troppo corretto.
Le generazioni a venire cari Luigi e Giovanni non saranno malate di tumore causa il gassificatore, ma di un male terribile: quello dell’anima che già li sta logorando se non saprete, se non saremo capaci di andare al di là del visibile e di chiederci tanti perché.

L’augurio che faccio ad entrambi è di ritrovare questa capacità chiunque sarà il vincitore.

Guerriero Alongi

Ce ne fossero di serate così! (non sono parole mie)


A nemmeno 24 ore dalla serata di presentazione dei candidati sindaci ecco il volantino della lista Cariello Sindaco già nelle casette della posta. In campagna elettorale tutto è permesso, come in amore, e in questi ultimi giorni non si perde tempo ne occasione per arrivare agli elettori. Ho ricevuto anche una mail da Barbato che mi chiedeva come fosse andata, secondo me, la serata. Mentre stiravo, ieri pomeriggio, ho riflettuto un po’ e mi sono detta che l'attuale amministrazione ha spesso, nei rapporti con la cittadinanza, un approccio auto-celebrativo che non amo molto. Il volantino mi ha un po' ricordato questa cosa soprattutto nella prima riga sopra al titolo (nostro programma...nostra esperienza...noi abitiamo..) Tutto ci può stare, fa parte del gioco delle parti. Più nel dettaglio, volendo analizzare qualche passaggio, non mi sembra che i miei concittadini siano accorsi così numerosi : “tutta la cittadinanza”, se togliamo i supporters delle due liste, consiglieri uscenti ed entranti, saremo stati in 50? 60? (su 1544 elettori -dati elezioni del 2004 ) non mi pare che si sia, la cittadinanza appunto, soffermata sui “vari aspetti specifici” dei programmi (su qualcuno, via). Hanno incalzato Barbato, soprattutto i consiglieri uscenti, questo sì, tant’è vero che ad un certo punto qualcuno del pubblico ha fatto una domanda a Cariello per non “farlo sentire solo”, giusto? ma questo fa pari e patta con le famigerate magliette citate nel volantino (non tutti l'avevavo: quella di Gregory era nera con un bel Lombardia stampato sopra! ) Nel volantino si dice che Barbato non ha “mai frequentato la vita civica locale e neppure il consiglio comunale”. Scopro che ho tutte le carte in regola per candidarmi alle prossime amministrative ( e perderle, come la scorsa tornata! ahaha). Ad assistere ai consigli comunali ci sono, oltre alla sottoscritta (in 20 anni ne ho persi veramente pochi), forse altre due/tre persone e nessuna di loro è tra i candidati delle due liste. Sempre nel volantino si dice che Cariello ha un atteggiamento “sobrio ed equilibrato, mai sopra le righe”. Aggettivi che calzano anche per Barbato per la verità. Insomma è un volantino che racconta la serata, giustamente, da una certa angolatura. Perché, signor sindaco, non ha scritto lei due parole di commento? La chiusa è stata “Ce ne fossero di serate così!!!”. Sorvolo sul messaggio subliminale e lo prendo come un complimento alla Quarta Campana che ha organizzato la serata, mettiamola così, va.
Non sto difendendo Barbato, anche perchè…non voterò per lui, lo sa.

PS: ieri mattina sono stata in comune a chiedere informazioni sullo sportello CAF che dal sindaco, ho appreso essere attivo ogni martedi presso gli uffici comunali. Il servizio non c’è. La convenzione con il CAF prevede il disbrigo delle pratiche ISEE, ISE, la compilazione delle domande per le case popolari, per il sostegno all’affitto ecc. Quando ci sono tre o quattro pratiche, l’addetto riceve le persone interessate, previo appuntamento preso attraverso l’ufficio Affari Generali del comune. Per il 730 o l’ICI non se ne parla proprio, anzi, in questo periodo, proprio non si muovono. Niente di male, andrò a Melegnano, ma vorrei dire ai due candidati che il servizio sarebbe ottimo, se per favore ce lo mettono, magari proprio di martedi, noi ringrazieremo. ( Ho segnalato la discordanza di notizie anche al sindaco via mail)

mercoledì 27 maggio 2009

Nonaverpaura (tutto attaccato, si)


Nonaverpaura... ultimi@diocesi.lodi.it

"Al di sopra dell'aspetto puramente materiale della vostra attività,
deve emergere la sua prevalente funzione pedagogica" (Paolo VI, 28.9.1972).

Istruzioni per l’uso
- Fammi circolare ad amici, conoscenti .. per iscriversi dì loro di comunicare nome cognome ed indirizzo email
- Promuovi l’affissione alla bacheca parrocchiale o della tua associazione.
- Comunica articoli, riflessioni, suggerimenti, proposte, critiche: altri ne potranno prendere conoscenza.
- "Scippa e passa" al bollettino parrocchiale o associativo informazioni e proposte utili.

NUMERO SPECIALE nonaverpaura.org

“Se voi avete il diritto di dividere il mondo in italiani e stranieri allora vi dirò che, nel vostro senso, io non ho Patria e reclamo il diritto di dividere il mondo in diseredati e oppressi da un lato, privilegiati e oppressori dall’altro. Gli uni sono la mia Patria, gli altri i miei stranieri...” don Lorenzo Milani.

La campagna non aver paura ci chiama ad una presa di coscienza forte e coraggiosa rispetto all'imbarbarimento culturale generalizzato che non solo pone gli stranieri in Italia ai margini della società, ma anche e soprattutto alimenta il razzismo e la xenofobia in forme a volte subdole e striscianti, a volte in forma eclatante e spudorata: “non aver paura” è soprattutto mettersi in gioco, porsi in termini di apertura, disporsi alla reciproca conoscenza, pronti a dare ma anche a ricevere, capaci di combattere i pregiudizi, farsi ultimo fra gli ultimi, ascoltare e dialogare, amare e essere amati.

Da Famiglia Cristiana maggio 2009
È un fantasma il simbolo della campagna. Ma è piccolo. È un fantasmino, in realtà, giallo e sorridente. Di quelli che non fanno paura. Anche perché è stato disegnato da un bambino, di origine rom, Viorel Samuel Cirpaciu, di 11 anni, che è anche il protagonista dello spot televisivo di questa grande iniziativa che raccoglie 27 organizzazioni, all’insegna dello slogan: “Non aver paura, apriti agli altri, apri ai diritti”.

Una guida contro il razzismo in Italia: il razzismo non é un’opinione: il razzismo é reato!
Articolo 3 della Costituzione Italiana: "Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali".

Importanti le dichiarazioni e osservazioni di Lorenzo Prencipe, missionario scalabriniano presidente del Centro Studi Emigrazione (CSER) di Roma: ”a fronte di attenzioni e impegni assunti sia dalla società civile che religiosa, la politica non pare recepire la stessa anzi, si muove in direzioni esattamente opposte”

E nel Lodigiano ?

Dall'ultimo censimento 2008 dell'ISMU risulta che nel Lodigiano sono presenti dai 24.000 ai 25.000 stranieri con un aumento del 20,2% rispetto all'anno precedente; fra loro circa 3.000 non sono ancora riusciti a regolarizzare la loro posizione (500 in più rispetto al 2007).
Quanto percepiamo, e in che termini, questa presenza?
Quanto conosciamo della loro incidenza sull'economia locale (pensiamo solo al settore dell'edilizia e alle badanti), quanto dei problemi legati alla casa, alla salute, alla scuola, quanto della loro cultura e religione?
Quanto viviamo in termini di inclusione, accoglienza, integrazione?
Quanto respingiamo noi l'altro, lo straniero, il migrante?
Quanto concorriamo noi ad alimentare il disprezzo, l'indifferenza, la diffidenza, l'odio?

La Caritas Lodigiana, chiedendo il coinvolgimento di tutte le realtà sociali ed ecclesiali, promuove la campagna come parte di un cammino iniziato a Castelvolturno (CE), da un’esperienza di coinvolgimento diretto, laddove lo “straniero” trova rifugio perché costretto da nuova schiavitù.
Alcuni video pubblicati su youtube possono rappresentare efficacemente l’inferno che abbiamo nel cuore dell’Italia: Casteldelirio (parte 1) ; (parte2); intervista dopo la strage di novembre 2008.
Manifestazione del 18 aprile 2009secondo video; terzo video; quarto video
Dopo la manifestazione trasformata in festa di popoli del 18 aprile 2009, ancora una volta la strada domitia è stata teatro il 15 maggio ultimo scorso di una manifestazione di immigrati che si sono riversati sulle strade di Castelvolturno chiedendo semplicemente un posto per dormire.

Adesioni nel Lodigiano:
“Anche la vita di mezzo va difesa !!!” La sezione Lodigiana di Scienza e Vita aderisce a NONAVERPAURA

Adesione anche dal Laboratorio d’impegno civile (LaICi), che ribadisce ciò che già é scritto nel suo “documento finale”. Qui si legge (pag. 7): «La sicurezza sociale si costruisce riqualificando la normalità nel rispetto delle regole - che valgo­no per tutti, italiani e stranieri - e strutturando re­lazioni positive negli abituali contesti di vita tra coloro che vi abitano, dai singoli alle istituzioni ai soggetti collettivi, attraverso azioni concrete di carattere politico-strategico e di intervento struttu­rale e non occasionale ». Segue il paragrafo dedicato a “Creare condizioni di integrazione dei cittadini stranieri

Sabato 13 giugno 2009, l’Associazione Culturale Porta Regale alle h. 18 presso il Parco della solidarietà via don Luigi Maggi a Lodi incontro/dibattito su: “Mai più schiave: la condizione delle donne Nigeriane, vittime del traffico internazionale”. Il programma

20 Giugno, Giornata Mondiale del Rifugiato i Missionari Comboniani di CastelVolturno, lanciando una nuova manifestazione in favore dei diritti degli immigrati, rilasceranno permessi di Soggiorno in Nome di Dio e chiedono alle associazioni, movimenti, singoli che operano attivamente nei propri territori, di fare altrettanto.
Con questa azione vogliamo dire il nostro no alle attuali politiche sull’immigrazione.
Perché in nome di Dio? in una società come la nostra, divisa in molti modi, in cui il nome di Dio viene usato in mille modi, spesso per interessi politici ed economici, Dio sta in realtà dalla parte dei più deboli e indifesi.

L’appello: Diamo visibilità alle buone pratiche che ogni giorno vengono attuate a favore dei più deboli, a tutte le iniziative che prendono vita nelle città, nei paesi, sui posti di lavoro; a tutte quelle situazioni, ignorate per malafede o per superficialità dai media, in cui c’è dialogo, incontro, partecipazione e condivisione.

Cosa fare per non aver paura? Qualche spunto viene da Firenze ...
Resoconto del convegno "I cattolici del disagio per una chiesa del Vangelo" tenutosi a Firenze il 16 maggio.
... I fatti danno valore alle parole e le fanno diventare pietre. Sentiamo sempre più parlare di scisma sommerso nella chiesa: riguardo a tenti temi attuali (da ultimo il razzismo) le tante anime della chiesa fanno fatica a fare sintesi, a ritrovarsi laddove Gesù Cristo é partito ed é arrivato: accanto ai poveri.
“I motivi del disagio esistono, sono numerosi ed occorre parlarne. Non si superano semplicemente con il volontarismo. È giusto parlarne, analizzarli e reagire anche e soprattutto con la volontà di percorrere una strada diversa, di proporsi e realizzare un progetto nuovo.
Questa è la partecipazione. Ce n’é bisogno nella Chiesa, a cominciare dalle parrocchie e dai gruppi ecclesiali di base. Laici, giovani, donne possono e devono prendere la parola, pensare la teologia, operare la carità, discutere e decidere dei problemi e degli impegni comuni insieme a preti, vescovi e religiosi con rispetto e amore vicendevole”.
Per una chiesa della fraternità relazione di Giuseppe Ruggieri
Sintesi della discussione “Il Vangelo che abbiamo ricevuto”
“Il Vangelo che abbiamo ricevuto” intervento del gruppo Chicco di senape
Altri siti segnalati: statusecclesiae, letterachiesafiorentina

martedì 26 maggio 2009

Sono partiti!

Fulvio e Mariangela mi hanno mandato le foto dei "nostri ragazzi" che stamattina sono partiti in bicicletta per Lourdes. Ecco i loro nomi: Michele Garlaschè, Egidio Tornielli, Marco Rancati, Marco Maglio, Angelo Raimondi, Antonio Radice, Paolo Maverna e il guidatore del mezzo di supporto Ambrogio Crotti.
Qui è visionabile il tragitto che seguiranno con le tappe giorno per giorno.

lunedì 25 maggio 2009

Quartiano i nostri tre giorni "in musica"

Sono ancora mezza rintronata ma ...viva e vegeta. Questo caldo improvviso ha reso più complicato gestire le tre giornate del XXVII Concorso cori di Quartiano ma, come diceva Urciuoli, chi c'ammazza? Tutto è filato liscio anche grazie alla collaudata esperienza di tutto il gruppo. Come assaggio lascio una foto del Direttore artistico, maestro Giovanni Acciai, nel momento del suo discorso finale e i link alle varie classifiche. Ho il bucato da stendere ...e i condizionatori da scoperchiare, il frigorifero che piange, un pavimento da lavare....vado, giuro, domani aggiungo qualcos'altro (Mariangela mi sta mandando qualche foto..)

Quartiano Classifica finale del XXVII Concorso Cori "Franchino Gaffurio" (dati gentiulmente concessi dalla Proquartiano che aggiornerà al più presto il proprio sito anche con tutte le foto scattate da Fulvio. Al più presto vuol dire tra qualche giorno, quando i baldi giovanotti saranno di ritorno dal Lourdes. Antonio, Egidio, Paolo, Michele, Marco e mi dimentico qualcun'altro, partono domani mattina in bici e dovrebbero essere di ritorno la settimana prossima.


Classifica generale e premi speciali

Dettaglio per sezioni:
Sezione Voci Bianche
Sezione Cori Giovanili
Sezione Polifonia, monografico
Sezione Polifonia storico
Sezione Spirituals


Aggiornamento del 26 maggio:

Articolo de "Il Cittadino" del 26/5/09 dal quale ho tratto anche la foto. Sono tutti i ragazzi del coro Artemusica di Valperga (TO), diretti da Debora Bria, vincitori della sezione Voci Bianche con un punteggio in "fascia oro" di 90.60

giovedì 21 maggio 2009

Veniteci a trovare

Per tre giorni non avrò tempo per il blog. Ricordo i due appuntamenti che mi stanno più a cuore:
da domani pomeriggio prende il via il CONCORSO CORI A QUARTIANO

e martedi 26 vorrei vedere un po' di gente all'incontro con i candidati sindaci del nostro comune alle amministrative di giugno. Per tutti quelli che brontolano e ti fermano e chiedono di questo e quello.... E quest chi el sta a Balbian? e quest chi chi l'è? ma perchè quest chi el se mis cun questi? ma...ma...ma . MA ...sarebbe ora , di scollare le chiappe dal divano...

martedì 19 maggio 2009

Inaugurazione movimentata: Contro replica

Il mio povero blog sta facendo gli straordinari con tutte queste lettere di assessori e candidati!
Ricevo e pubblico la mail che segue, in risposta a questo intervento (apparso anche oggi nelle Lettere al Direttore de Il Cittadino).

Gent.ma sig.ra.Vista la risposta dettagliata, sia pure un po’ piccata,dell’Assessore Andreghetti, ho ritenuto, come cittadino di Colturano prima che come candidato della lista “Insiemeper il Futuro” voler dire anche io la mia sulla questionein essere. Innanzi tutto ritengo che il Sig. Assessore debba rispondere alle domande ed ai dubbi di TUTTI i cittadini del comune che amministra, non solo ad una lettera scritta dal candidato sindaco della lista che si contrappone all’amministrazione uscente. Mi riallaccio infatti anche ad un suo post di qualche giorno fa: “Ho notato che su tutti i cartelloni con il volantino dell'inaugurazione è stato prontamente aggiunto in fase successiva un ulteriore foglietto che rendeva nota la presenza dell'assessore provinciale dei Verdi, Pietro Mezzi. Forse sarebbe stato d'uopo (come diceva Totò) evidenziareanche la non immediata fruibilità dell'opera.”Se lei, in quanto cittadina imparziale e quindi non coinvolta direttamente nell’”arena” elettorale, si èposta questa domanda, immagino a quanti altri sia sorto questo interrogativo...L’Assessore parla del fatto che l’inaugurazione del 10 maggio fosse stata programmata da due mesi, in quanto legata ad un contributo provinciale. Mi sorgono immediatamente duedomande:1. nella programmazione di tale opera si è veramen tetenuto conto che il calcestre sarebbe stato consolidato solo con l’avvento della pioggia? Cosa sarebbe accaduto in caso di un maggio secco? Avremmo atteso un temporale estivo perpoter aprire al pubblico la pista ciclabile? 2. visto che si sono spesi soldi per la realizzazione di cartelloni celebrativi dell’evento, perchè non spendere qualche euro in più per un bel volantino che spiegava i REALI tempi di fruibilità dell’opera inaugurata? Per quanto poi concerne le affermazioni in merito alla “stanga”, a parte l’infelice cenno a chi realmente conosca le problematiche territoriali, su cui si potrebbe aprire un ampio dibattito, rimango stupito del fatto che sia necessaria una sbarra a dissuadere dall’abbandono di immondizia. Mi domando se chi indiscriminatamente abbandona spazzatura sulla vecchia Cerca in realtà non faccia affidamento sulla scarsa presenza sul territorio dicontrolli di polizia locale atti a scongiurare reati come quello dell’abbandono dei rifiuti. Un plauso va comunque tributato all’attuale amministrazione per avere riportato agli antichi fasti la vecchia Cerca ed avere senz’altro fornito un servizio utile ed ecologico alla cittadinanza di Colturano. Certo credo di non essere l’unico cittadino ad aver notato come tutte queste inaugurazioni di opere nuove siano cadute così a ridosso delle elezioni per il rinnovo del consiglio comunale...Concludo queste mie riflessioni con un appunto al sig. Andreghetti: esso è, ad oggi, amministratore pubblico, ecome tale ha avuto il merito di donarci una pista ciclabiledi cui IN FUTURO, pioggia permettendo, certo fruiremo dei benefici, ma anche la pecca di scarsa comunicazione alla cittadinanza sulla reale fruibilità di tale servizio. Ritengo che un buon amministratore, come sono certo diverrà Luigi Barbato, debba avere tra i tanti obiettivi anche quello di comunicare ai suoi concittadini in onestà quanto realizzato, infomandoli e rispondendo ai loro dubbi. La ringrazio per lo spazio che vorrà concedermi.
Cordialità

Giulio Guala
------------------------------------------------------------------------------------------------
(Ricordo ai miei concittadini, forse meglio compaesani, che martedi prossimo, 26 maggio, alle 21 ci sarà un incontro pubblico con i due candidati sindaci. Domani metterò la locandina. Daniela)

lunedì 18 maggio 2009

Ormai....era ieri...

E' passata la mezzanotte da poco ma non ce l'ho fatta a non dare nemmeno un'occhiata alle foto di oggi....di ieri, ormai. Devo dire che ancora una volta le aspettative sono andate oltre le più resee previsioni. CE L'ABBIAMO FATTA! La quota annuale del sostegno a distanza è stata ampiamente coperta. Grazie a tutti. Una festa tutto sommato ben riuscita, dopo una partenza sonnacchiosa. E' mancata un pò di pubblicità, che non avrebbe fatto male e l'unico neo, almeno per me che sono notoriamente una rompiballe, la musica ininterrotta per tutto il giorno. Troppo! Qualche quarto d'ora di intervallo qua e là avrebbe fatto bene al sano chiacchericcio di paese. Bravi i 4Gatti che hanno divertito i bambini ma non solo. Adesso vado a dormire, domani penserò a sistemare le foto per Youtube.

domenica 17 maggio 2009

Inaugurazione movimentata.La replica dell'Assessore

Ricevo e pubblico un intervento del nostro Assessore al Territorio, Federico Andreghetti in merito a questo post . Nel post non h0 nominato il mittente ma visto che si è pubblicamente dichiarato in questo articolo pubblicato dal quotidiano "Il Cittadino" del 15 maggio, non credo ci siano problemi se ora compare il nome.
Ecco il testo:
In riferimento all'articolo «Inaugurato e subito chiuso: una farsa il ponte sul canale» pubblicato oggi 15 maggio, rispondo alle domande e ai dubbi del sig. Barbato, in merito all'inaugurazione delle opere in oggetto.
L'inaugurazione nella giornata del 10 maggio era stata programmata da due mesi, in quanto legata al contributo provinciale per la "giornata del verde pulito" al quale, il comune di Colturano ha avuto accesso per il recupero dell’area sulla quale è stato ripristinato i l percorso della “vecchia cerca”.
Faccio notare che in due mesi è stata progettata, appaltata e realizzata, nonostante le condizioni meteorologiche non siano state favorevoli.
Dal punto di vista tecnico, la pista, realizzata in “calcestre” per essere pienamente utilizzata, necessita di essere inumidita per consolidarne il fondo, cosa che non si poteva eseguire artificialmente, in quanto il peso dell’autobotte l’avrebbe danneggiata. Da qui la decisione di limitare l’accesso fino alla prima pioggia.
In merito alla presenza della “stanga” all’inizio del tracciato, chi conosce il territorio e le sue problematiche, “sa” che tali accorgimenti sono necessari a evitare l’abbandono indiscriminato di rifiuti nelle campagne e consentire al contempo, l’accesso per la manutenzione e quello dei frontisti.
Ora che ha piovuto, verranno rimosse le transenne lato Vizzolo, con il posizionamento di appositi paracarri e sistemato il passaggio che aggira la “stanga”.
Evidenzio che negli ultimi 10 anni a “nessuno” è venuto in mente di restituire alla fruizione pubblica il tracciato della vecchia Cerca, dato che le sue condizioni erano talmente degradate da immaginarne la precedente esistenza.
Ricordo inoltre al sig. Barbato che un buon amministratore, sia esso pubblico o privato, quando ha dei dubbi, si informa e poi trae le debite conclusioni.
Cordiali saluti
Ass. al territorio del comune di Colturano
Federico Andreghetti

sabato 16 maggio 2009

Grazie Manuela!

E' arrivato un regalo per me! Grazie Manuela. Tutto è nato qui...
Grazie, grazie, grazie. Sarà utilissimo porta-tutto nel mio zaino.
Ecco le foto:




giovedì 14 maggio 2009

Balbiano-Festa delle Associazioni

Scopro per puro caso guardando qui che domenica prossima, alla Festa delle Associazioni che si terrà sulla piazza di Balbiano ci sarà ancora GB con la sua animazione. GB abita a Balbiano ma è sempre così preso con il lavoro che vederlo "giocare in casa", è proprio il caso di dirlo, è un'occasione rara. Ci saremo anche noi dell'Oratorio con un banchetto di libri usati e il mercatino BAGIUGATTOLO (qui il progetto AIBi che stiamo sostenendo con il ricavato). Se siete da queste parti, fate un salto in piazza...

Passata la festa..gabbato lo santo

Ricevo e posto il testo di un amail ricevuta poco fa. (La mail aveva come oggetto il titolo del post). Ho tagliato qualche riferimento personale ma il senso della mail rimane intatto. Devo dire che una parte della mail ha sorpreso anche me, nel senso che anche io ero convinta che il tratto inaugurato fosse già ufficialmente percorribile. Pare non sia così.
Ho notato che su tutti i cartelloni con il volantino dell'inaugurazione è stato prontamente aggiunto in fase successiva un ulteriore foglietto che rendeva nota la presenza dell'assessore provinciale dei Verdi, Pietro Mezzi. Forse sarebbe stato d'uopo (come diceva Totò) evidenziare anche la non immediata fruibilità dell'opera. Sarà quaestione di giorni, vedrà caro signore, il tempo di dare un'alsfalata alla strada, come ho sentito dire da qualcuno domenica...almeno ... lo spero! (sinceramente anche questa cosa dell'asfaltatura di una strada campestre non mi era sembrata molto consona, magari la persona non era bene informata...vedremo)

Ecco il testo e le foto:

Gentile Sig.ra (…) Le scrivo per condividere un fatto al quanto “simpatico” (…)
Domenica 10 Maggio, come ben sa, tra celebrazioni e tagli di nastro c’è stata l’ inaugurazione della tanto sospirata pista ciclabile Balbiano-Dresano e restauro del Ponte Spagnolo.
Purtroppo non ho potuto partecipare (…) Oggi ho avuto un po’ di tempo e in groppa alla mia bicicletta ho deciso di ripercorrere la stessa tratta.
Effettivamente è bello muoversi in bicicletta nel nostro territorio e anche se non ho la resistenza di Alessandro Petacchi riesco a percorrere anch’io qualche kilometro.
Peccato però che ho detto “percorrere” e non “sfondare” poiché, arrivato al famigerato ponte spagnolo, ho trovato una bella sorpresa: cancelli sbarrati, nastro tricolore ancora sventolante e una prostituta di colore all’ ingresso della tratta asfaltata.
In allegato le ho inserito un paio di foto scattate con il cellulare (ho evitato di fotografare anche la “gentile signora”) (…)






mercoledì 13 maggio 2009

Non aver paura punto org

www.nonaverpaura.org

Diffondi e firma anche tu il manifesto

martedì 12 maggio 2009

Presentazione candidati sindaci e liste - si parte

Stasera ci sarà la presentazione della lista "Cariello Sindaco" e per il fine settimana dovremmo fare la conoscenza anche della lista " Insieme per il futuro". Il quotidiano "Il Cittadino" di oggi ha pubblicato uno speciale dove è possibile trovare tutti i nomi dei candidati del Lodigiano e del Sudmilano. Questa la pagina con i candidati di Colturano.
Sempre sul'edizione di oggi a pag 23, il servizio di Emanuele Dolcini sulla manifestazione di domenica dove era presente, e nell'articolo viene evidenziato, un bel gruppetto del Comitato di Mediglia contro il gassificatore.

Rassegna stampa Elezioni Amministrative 2009 - Colturano

domenica 10 maggio 2009

Era la mia festa?

Giornata piuttosto movimentata. Si comincia presto perchè il marito vuole andare a Dresano e cimentarsi, per la prima volta, con la QUATER PASS PER UN VITELL. Sono andata a vedere al ristoro dei 5 chilometri, qui sotto casa, perchè pensavo si fermasse....Invece ha tirato via dritto come una scheggia. Allora ho preso la bici e sono andata a Dresano, all'arrivo. Ho sentito il suono dell'ambulanza ed ho pensato che si, stavolta era lui. Niente da fare, è arrivato tutto soddisfatto dei suoi 12 chilometri, si è sbafato la bruschetta e ha ritirato la torta-premio.

L'ho lasciato a casa e mi sono avviata al Parco dei Pioppi (ho visto oggi che si chiama così! per noi è sempre stato "il parchetto") per l'ultima inaugurazione di questa tornata elettorale.La sospirata pista ciclabile Balbiano-Dresano ha visto la luce ed oggi in pompa magna si taglia il nastro. Presenti i sindaci di Colturano, Dresano, l'assessore di Vizzolo e l'assessore al Territorio della provincia di Milano, Pietro Mezzi. C'era anche un bel gruppetto di Mediglia con le magliette NO GASSIFICATORE. Dopo i discorsi di rito si parte alla volta di Dresano. A metà strada, taglio del nastro.
Attraversiamo Dresano e raggiungiamo Sarmazzano percorrendo la ciclabile della Pandina. Altra inaugurazione: il vecchio ponte sull'Addetta in territorio di Vizzolo è stato ristrutturato. Un buon tratto di strada sterrata è stato reso percorribile; mancherebbe un altro pezzo per poter raggiungere l'abitato di Colturano e formare un anello ciclabile interessante. Speriamo...


Intanto si è fatto mezzogiorno....e sono tornata a casa.
Alle tre del pomeriggio esco di nuovo, all'oratorio c'è GB con i suoi giochi di magia, vuoi stare in casa? Certo che no. Vo me un lus....(per i non lombardi:vado come un luccio).
Il gruppo dell'oratorio di San Giuseppe di Melegnano che oggi è venuto a trovarci.

sabato 9 maggio 2009

Gassificatore? No grazie

Domani anche qui a Balbiano, in occasione dell'inaugurazione della pista ciclabile Balbiano-Dresano, sarà possibile acquistare le magliette del Comitato Cittadini di Mediglia contro il GASSIFICATORE.
Il Comitato è presente anche su Facebook (io non lo sopporto! ma per i patiti, avanti prego...)
Le magliette si possono ritirare anche presso la sede del Comitato.

Ricevo dal Comitato e pubblico:
Oggi è stata consegnata la maglietta ufficiale del Comitato Cittadini di Mediglia per l' Ambiente a Pietro Mezzi, Assessore Provinciale nella lista dei Verdi e ricandidato in Provincia sempre nella Lista dei Verdi, che ci sostiene nella campagna contro il gassificatore!
Vi trasmettiamo la foto dell' evento, della consegna da parte del nostro Presidente Silvano Piazza!

giovedì 7 maggio 2009

Quartiano - Concorso Nazionale Corale 2009

Da vedere, assolutamente, almeno una sessione.

Balbiano, ultima inaugurazione?

Programmi elettorali ancora nel cassetto da parte di entrambe le liste in corsa ma frenetiche attività da parte dell'attuale amministrazione comunale per arrivare giusto in tempo alle elezioni con un bel lifting. Domenica l'ultima inaugurazione in programma? La pista ciclabile Balbiano-Dresano e il restauro del ponte sulla Vecchia Cerca (qui la foto prima del restauro - foto Il Cittadino). Sul volantino non è evidenziato perciò le voci che davano presente il presidente della provincia, Penati, non erano vere. Ci saranno i tre Sindaci (Colturano, Dresano e Vizzolo) e dopo la sgambata, il pic-nic sul prato.
Domenica mattina si terrà anche la tradizionale corsa podistica Quater pass per un vitell organizzata dal Gruppo sportivo san Giorgio di Dresano con il suo caratteristico percorso anche per l'abitato di Balbiano.

mercoledì 6 maggio 2009

Si educa in mutande

Che fesseria sto dicendo? Non sono parole mie ma di don Gino Rigoldi, pronunciate ieri sera e non sono una fesseria. In mutande, per sintetizzare il concetto che un genitore educa non con quello che dice, ma con quello che fa. Nelle quattro mura di casa, nella vita quotidiana, quando appunto siamo in mutande, è lì che buttiamo il seme. Inutile dire che la parola magica è "amore" e don Gino è un uomo dal quale l'amore traspare da tutti i pori. La parte più emozionante è stata quella dove ha raccontato dei rapporti con i ragazzi del carcere minorile di Beccaria, dei "suoi" 14 ragzzi che vivono con lui, dei 2 figli adottivi......Una serata che avrebbe fatto bene a molti. Peccato vedere le solite facce e poche altre. Dov'erano i genitori dei ragazzi adolescenti? dov'erano i ragazzi? Un grazie a don gino, naturalmente, alla consulta dei giovani di Dresano e una tirata d'orecchie a chi se ne è stato a casa a fare altro.
PS: tornata a casa, mentre mi sbafavo una fetta (ina) di torta allo yogurt mi sono vista un pezzo di "Porta a Porta". Confermo che io sto con il 35%....

lunedì 4 maggio 2009

Pista ciclabile Colturano-Dresano

In palestra stamattina, tra addominali e piegamenti , ho saputo che domenica 10 maggio dovrebbe (condizionale) esserci l'inaugurazione della pista ciclabile Colturano-Dresano con la presenza, nientepopodimeno che, del Presidente della Provincia Penati. Tutti facciamo lo stesso commento ma è inevitabile, penso lo sappiano anche a "palazzo": tra un mese ci sono le elezioni e si cerca di "portare acqua al proprio mulino"... è fisiologico.

Ma non è di questo che volevo scrivere, mi ci sono solo allacciata. Giusto in tema di bicicletta il Ministero dell'Ambiente con delibera di fine aprile 09 ha messo a disposizione incentivi per l'cquisto di biciclette e questo sì può essre molto interessante:

*foto: io negli anni 60

venerdì 1 maggio 2009

Monet, il Duomo...Milan l'è Milan

Milàn con l'accento sulla a.
Ieri dopo giorni e giorni di pioggia una "toccata e fuga" a Milano che ha fatto bene agli occhi e al cuore.Mi emoziona sempre uscire dalla metropolitana e trovarmi di fronte il Duomo, ieri era così in tutto il suo splendore di marmo di Candoglia ripulito di fresco.
La meta era la mostra di Monet e le ninfee che si è appena aperta a Palazzo Reale. Visita guidata per sole 5 persone; un sogno.
Tornerò sull'argomento, adesso sono di fretta. Mangiamo un boccone e partiamo in bici, meta Montanaso, per raggiungere il gruppo dell'oratorio partito stamattina.